AUSL.RE.IT

Comitati Consultivi Misti (CCM)

  • stampa

Tu sei qui

Che cosa sono

I Comitati Consultivi Misti (CCM) sono composti da rappresentanti delle associazioni di tutela e volontariato in numero maggioritario, da componenti dell’Azienda USL, da rappresentanti dei medici di medicina generale e degli enti locali. Restano in carica tre anni, al termine dei quali vengono rinnovati. Costituzione e funzionamento sono disciplinati dal Regolamento aziendale per la creazione e il funzionamento dei Comitati Consultivi Misti (CCM).

La storia dei CCM (acronimo di Comitati Consultivi Misti) inizia con la legge regionale n°19 del 1994, che introduce il concetto di diritti e tutela dei cittadini e sancisce la costituzione dei Comitati Consultivi Misti presso le Aziende Sanitarie della Regione. Nel 1999 il Piano Sanitario Regionale dell'Emilia-Romagna (delibera del Consiglio Regionale n. 1235, dà definitiva conferma della valenza del Comitato Consultivo Misto quale organismo che assicura tutela e partecipazione.

Con questo ultimo atto normativo, la legislazione sui CCM è completa, le loro competenze e i loro ruoli definiti.

 

Che cosa fanno

Tra gli scopi primari del CCM, c’è innanzitutto quello di stimolare e, parallelamente, di verificare il grado di coinvolgimento dell’Azienda nello sforzo di miglioramento della comunicazione con il cittadino che nel proprio percorso di accesso alle strutture sanitarie fa personalmente esperienza della qualità dei servizi

Le attività dei CCM:

  • partecipano alla elaborazione e revisione della Carta dei Servizi aziendale
  • analizzano le segnalazioni ed i reclami dei cittadini per individuare eventuali azioni di miglioramento,
  • verificano la presenza dei parametri di qualità dal punto di vista dell’utenza,
  • promuovono indagini sulla qualità dei servizi dal punto di vista degli utenti,
  • partecipano al controllo della qualità, in particolare per migliorare i percorsi d’accesso ai servizi.

 

Dove sono

L’AUSL Reggio Emilia ha 6 Comitati Consultivi Misti, uno per Distretto: Castelnovo ne’ Monti, Correggio, Guastalla, Montecchio, Reggio Emilia, Scandiano.

I CCM collaborano con i responsabili URP (Uffici Relazioni con il Pubblico) di ogni distretto ed hanno nell’URP la loro sede e recapito.