AUSL.RE.IT

Ultimi due giorni per Chi Ricerca Cura, la settimana-evento dedicata a divulgare il significato della Ricerca sviluppata dall’Irccs di Reggio Emilia

  • stampa

Tu sei qui

Giovedì, 12 Aprile 2018

Venerdì 13 e sabato 14 aprile una serie di appuntamenti per incontrare i ricercatori e conoscere i laboratori del Santa Maria Nuova. E poi letture pubbliche, conversazioni sulla scienza, un’esposizione in Piazza Fontanesi dei materiali di laboratorio reinterpretati dai bambini in collaborazione con ReMida 

Ultimi due giorni per conoscere il mondo della ricerca all’Irccs di Reggio Emilia nell’ambito di Chi Ricerca Cura, la settimana-evento dedicata alla divulgazione.
Accanto agli incontri con le scuole elementari e superiori, sono proposti appuntamenti pubblici improntati alla conoscenza del mondo della ricerca sotto diversi punti di vista, in primis attraverso il contatto con i professionisti che ne hanno fatto un percorso lavorativo e di vita.

 

Gli appuntamenti per le scuole e la cittadinanza

Letture e conversazioni sui temi della scienza

  • Eureka”, venerdì 13 alle ore 18:00 alla libreria all’Arco, letture proposte dai ricercatori;
  • Storie di scienziate ribelli”, sabato 14 alle ore 10 alla libreria Strand in via Emilia San Pietro n.22 dedicato alle bambine e ai bambini cui saranno proposti brani che raccontano la storia di piccole scienziate;
  • Bufale al pascolo: perché ci crediamo?” Sabato 14 dalle 9 alle 12 all’Auditorium Credem in Via Emilia San Pieto, 4. Conversazioni sul tema delle fake news scientifiche con 200 studenti dei licei Ariosto-Spallanzani e Moro e dell’Istituto Zanelli. Relatori saranno Sergio della Sala, Presidente Cicap - Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze e docente al Master in Neuroscienze dell’Università di Edimburgo, Roberto Satolli e Silvia Bencivelli, giornalisti scientifici, Massimo Costantini, direttore scientifico dell’Irccs di Reggio Emilia e Cristina Marchesi, direttore sanitario dell’Ausl di Reggio Emilia.

Visite guidate ai laboratori di ricerca del Santa Maria Nuova

Sabato 14 punto di ritrovo nell’atrio dell’ospedale senza necessità di prenotazione: ore 10, 11:30, 14, 15:30.

Convivialità

AperiScience”, venerdì 13 dalle 19 sarà possibile incontrare i ricercatori in un’atmosfera informale al Circolo Catomes Tôt di via Panciroli 12, vicino a Piazza Fiume.

Creatività

La ricerca che ti Spiazza”, sabato 14 dalle 11 alle 20 in Piazza Fontanesi saranno esposte installazioni realizzate con materiali di laboratorio da parte dei bambini delle Scuole e Nidi d’Infanzia in collaborazione con Reggio Children e ReMida, il centro di riciclaggio creativo del Comune.


“La settimana-evento offre l’opportunità di conoscere la mission dell’Irccs di Reggio Emilia e dei suoi professionisti” spiega il direttore scientifico Massimo Costantini “Le iniziative gratuite e aperte a tutti daranno la possibilità di incontrare i ricercatori e saperne di più sulla professione, i metodi e gli obiettivi della ricerca che svolgiamo. È questo un ambito di attività innovativo e strategico per la qualità della nostra assistenza, perciò teniamo particolarmente a diffonderne i contenuti essenziali che, per la loro specificità, sono difficilmente conoscibili dai cittadini nelle abituali modalità di approccio ai servizi sanitari. L’Irccs di Reggio Emilia” conclude Costantini “svolge ricerca clinica di tipo “traslazionale”, quindi con l’obiettivo di trasferirne i risultati all’assistenza ai pazienti, e sanitaria. Abbiamo scelto lo slogan chi-ricerca-cura per affermare che le strutture sanitarie dove si sviluppa attività di ricerca sono luoghi nei quali si cura meglio. Lo spirito dell’iniziativa è condividere con la nostra comunità di riferimento il significato e le caratteristiche dell’impegno di tanti ricercatori e professionisti”.