AUSL.RE.IT

Nuove poltroncine a gettone donate al Grade dalla famiglia Melotti

  • stampa

Tu sei qui

Dieci sedie a rotelle prelevabili con una moneta sono state donate al “Grade” dall’azienda Pam Mobility srl in memoria di Arturo Melotti. Serviranno al trasporto all’interno dell’ospedale delle persone che faticano o non possono deambulare in modo autonomo. S’è svolta oggi l’inaugurazione del nuovo e prezioso sistema di mobilità assistita prodotto dall’azienda stessa. Si tratta di un servizio di cui si sentiva l’esigenza e per questo molto apprezzato dai primi che hanno potuto utilizzarlo.

Le poltroncine per il trasferimento di persone sono ancorate sotto una pensilina posta davanti al Core in prossimità del percorso disabili. Possono essere prelevate e depositate dall’utenza attraverso un sistema con lucchetto a moneta da 50 centesimi, 1 o 2 euro. La moneta viene poi recuperata riportando la poltroncina nel deposito situato nella zona parcheggi. Data la leggerezza e maneggevolezza possono essere utilizzate da chiunque anche per lunghi percorsi all’interno dei reparti ospedalieri. Le istruzioni per l’utilizzo delle sedie sono disponibili sul cartello informativo presso il punto di raccolta. Le poltroncine hanno un costo di circa 7mila 200 euro, la pensilina di 4mila 500 per un valore complessivo di quasi 12mila euro.

Al taglio del nastro erano presenti la signora Albertini, moglie di Arturo Melotti, l’amministratore delegato di Pam Mobility srl Andrea Muzzini e il titolare Paolo Melotti che ha detto: “Ringrazio il Grade per avermi dato l’opportunità di ricordare mio papà Arturo che insieme a mia mamma Mariella e mio fratello Massimo sono stati i primi ad accogliermi e ad accompagnarmi nel cammino della vita”. A ricevere e ringraziare il donatore sono stati a nome del Grade il direttore della Fondazione Roberto Abati e per l’Azienda Usl Irccs di Reggio Emilia il direttore del Presidio ospedaliero provinciale Santa Maria Nuova Giorgio Mazzi.

 

Nella foto nr. 1: Da sinistra Andrea Muzzini, Giorgio Mazzi, Mariella Albertini (moglie di Arturo Melotti), Paolo Melotti e Roberto Abati

Nelle foto nr. 2 e nr.3: La pensilina e le poltroncine

Immagini: