AUSL.RE.IT

Vaccinazione contro il Papilloma Virus HPV

  • stampa

Tu sei qui

Descrizione

Per proteggere le donne dalle infezioni da Papilloma virus HPV e dalle sue gravi conseguenze, in particolare il tumore del collo dell’utero, nel 2008 è stata avviata una campagna di vaccinazione gratuita rivolta alle ragazze dodicenni (cioè dal compimento degli 11 anni). La vaccinazione anti HPV consiste in iniezioni intramuscolari nella parte alta del braccio, da eseguire nell’arco di sei mesi. Le ragazze, nel dodicesimo anno di vita, vengono invitate ad effettuare la vaccinazione con una lettera inviata a casa dall’Azienda Usl di residenza. Il diritto alla vaccinazione gratuita si mantiene fino ai 18 anni e il ciclo vaccinale deve iniziare prima del compimento del diciottesimo anno.

Nel corso del 2017 verrà garantita la gratuità, su richiesta del cittadino, anche ai ragazzi nel dodicesimo anno di vita. Dal 2018 partirà la chiamata attiva e gratuita anche per i ragazzi nel dodicesimo anno di vita.

L’infezione da virus HPV può colpire anche le donne adulte e gli uomini, ma l’efficacia della vaccinazione in entrambi i sessi diminuisce con l’età. Il Servizio sanitario regionale offre quindi la vaccinazione HPV, con un prezzo agevolato, anche alle donne e agli uomini a tutte le età.

\$

La vaccinazione è eseguita presso gli ambulatori vaccinali del Servizio sanitario regionale, su richiesta degli utenti o dei genitori in caso di minori. Il costo della vaccinazione, a carico dell’utente, è significativamente inferiore rispetto a quello praticato privatamente: corrisponde al puro costo del vaccino per l’Azienda Usl, più il costo della somministrazione vaccinazione secondo il tariffario regionale.

A chi rivolgersi:
- per la vaccinazione gratuita alle ragazze e ai ragazzi dodicenni: alla Pediatria di comunità e/o Igiene Pubblica
- per la vaccinazione a prezzo agevolato per le donne e per gli uomini: all’Igiene Pubblica.

Cercare gli ambulatori della propria Azienda Usl che eseguono la vaccinazione nel riquadro di seguito “Dove rivolgersi”.

Informazioni utili

Poiché il vaccino protegge dai tipi 16 e 18 e non da tutti i tipi di HPV, è importante che anche le ragazze vaccinate aderiscano, a partire dall’età di 25 anni, al programma di screening dei tumori del collo dell’utero proposto dal Servizio sanitario regionale.

É possibile consultare Depliant Informativo sulla Vaccinazione contro il Papilloma Virus .

Modalità di accesso

ACCESSO SERVIZIO IGIENE PUBBLICA

Documento di riconoscimento in corso di validità (es. carta di identità, passaporto. permesso soggiorno), tessere sanitaria europea. Documentazione sanitaria relativa a precedenti vaccinazioni non eseguite presso l’AUSL di Reggio Emilia.

Modalità di prenotazione

PRENOTAZIONE SERVIZIO IGIENE PUBBLICA
La prenotazione avviene telefonando direttamente alle sedi del Servizio, nei giorni e orari di apertura al pubblico o dove previsti in orari specifici per la prenotazione (vedi presentazione del Servizio Igiene Pubblica).

Modalità di erogazione

EROGAZIONE SERVIZIO IGIENE PUBBLICA

L'operatore sanitario valuta il pregresso stato vaccinale, raccoglie l'anamnesi e valuta la presenza di eventuali controindicazioni alla vaccinazione, raccoglie il consenso informato ed esegue la vaccinazione.
Al termine della prestazioni viene rilasciato il certificato vaccinale complessivo delle vaccinazioni eseguite e regsitrate nel sistema informatizzato aziendale. Tale certificaziione può essere rilasciata gratuitamente su richiesta dell'interessato, in qualunque momento; venendo di persona presso le sedi del Servizio. E' possibile delega scritta con allegato copia del documento di riconoscimento in corso di validità del delegante. Il delegato deve essere munito di documento di riconoscimento in corso di validità.

La vaccinazione è gratuita e il diritto alla gratuità si mantiene fino ai 18 anni. \$Per le donne e gli uomini adulti è previsto un costo agevolato: € 35,10 per il vaccino più € 16 per la somministrazione, quindi un costo totale di € 51,10 per ogni dose.\$
Dove andare
Normativa di riferimento
Delibera Giunta regionale n. 236 del 25 febbraio 2008
Delibera Giunta regionale n. 1928 del 13 dicembre 2010
Delibera Giunta regionale n. 1702 del 19 novembre 2012