AUSL.RE.IT

Ufficio Relazioni con il Pubblico

  • stampa

Tu sei qui

L'Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP) è un'occasione di dialogo tra i cittadini e l'Azienda USL ed è anche uno strumento rapido ed efficiente per avere informazioni sui servizi sanitari ospedalieri e territoriali dell'azienda.

Opuscolo informativo URP - Multilingue

Sedi

URP Arcispedale S. Maria Nuova
URP Distretto di Reggio Emilia

URP di Castelnovo ne' Monti
URP di Correggio
URP di Guastalla
URP di Montecchio Emilia
URP di Scandiano

Cosa può fare l'URP

Accoglienza, informazioni e tutela

  1. Accogliere ed aiutare il cittadino nel momento di contatto con i servizi sanitari. ascoltare, informare e orientare.
  2. L'URP assicura una informazione chiara e riservata sulle attività, sui servizi, sui percorsi (cosa fare per) sulle modalità di accesso e di erogazione delle prestazioni (costi, orari, sedi, documentazione necessaria, numeri di telefono) e sui tempi di attesa.
  3. L'URP raccoglie reclami, segnalazioni di problemi, disagi e disservizi che gli utenti possono aver incontrato nel rapporto con la struttura sanitaria. Alle segnalazioni di rapida soluzione viene data risposta immediata. 

Per i reclami di particolare complessità l'URP predispone l'istruttoria per acquisire elementi neccessari alla definizione della risposta e della successiva azione di miglioramento.

 

Numero Verde Regionale 800.033.033

L'URP aziendale partecipa al progetto del Numero Verde Unico del Servizio Sanitario Regionale. Il Numero Verde fornisce informazioni sui Servizi Sanitari della Regione Emilia Romagna ed ha come finalità quella di semplificare l'accesso alle informazioni e alla fruizione dei servizi da parte dei cittadini. L'URP prende in carico i quesiti trasferiti dal call center regionale e fornisce risposte di secondo livello.

Donazioni Organi

Agli Uffici Relazioni con il Pubblico è possibile esprimere la "dichiarazione di volontà" alla donazione di organi e tessuti.

Comitati consultivi misti

Comitati Consultivi Misti, istituiti con legge regionale ER n°19 del 1994, sono organismi a composizione mista, cioè composti da membri eletti dalle associazioni di volontariato (in numero maggioritario) e da membri scelti dall'Azienda cui la legge attribuisce il compito di verificare la qualità percepita delle prestazioni erogate dall'Azienda. Nel territorio provinciale operano 6 Comitati, uno per ogni Distretto dell'Azienda USL. Il Comitato del Distretto composto da circa 12 rappresentanti di cui 4 dell'azienda USL e 8 delle associazioni di volontariato.
I Comitati Consultivi Misti si propongono di favorire la partecipazione dei cittadini ai processi decisionali aziendali per quanto attiene gli aspetti relativi al miglioramento della qualità dei servizi e della comunicazione fra la struttura sanitaria e gli utenti. Si propone inoltre di diffondere la conoscenza e la partecipazione attraverso il coinvolgimento delle diverse Associazioni di tutela e di volontariato.

 

Documenti: