AUSL.RE.IT

5 per mille 2021 - Progetto di Cecilia Botti

  • stampa

Tu sei qui

Home 5 per 1000

 

 

Cecilia Botti

 

Cecilia studia i fattori biomolecolari e istopatologici con valore prognostico del carcinoma midollare della tiroide

 

 

 

Titolo: Ricerca di fattori biomolecolari, istopatologici e clinici con ruolo prognostico e/o predittivi di metastasi linfonodali laterocervicali nel carcinoma midollare della tiroide
 

Sperimentatore principale: Dottoressa Cecilia Botti (Otorinolaringoiatria)

Altri sperimentatori coinvolti: Dottore Giacomo Santandrea (Anatomia Patologica), dottoressa Federica Torricelli (Laboratorio di Ricerca Traslazionale)

Entità del finanziamento assegnato: 31mila 200 euro

 

Cecilia Botti studia i fattori biomolecolari ed istopatologici con valore prognostico del carcinoma midollare della tiroide. Il carcinoma midollare della tiroide è caratterizzato da un’evoluzione clinica variabile e a oggi non sono ancora state stabilite una precisa stratificazione prognostica e indicazioni univoche all’estensione del trattamento chirurgico. Scopo dello studio è individuare fattori clinici, istopatologici e biomolecolari aventi valore prognostico e predittivi di recidiva locoregionale o a distanza nei pazienti affetti da carcinoma midollare della tiroide. In questo studio saranno condotte, in cieco rispetto ai dati clinici e prognostici, una revisione istologica in accordo con i criteri diagnostici WHO 2017 e un’indagine molecolare su DNA tumorale attraverso Next Generation Sequencing, su circa 80 pazienti trattati chirurgicamente. Confrontando sottogruppi di pazienti, si prevede di identificare indicatori prognostici e di metastasi linfonodali o a distanza. Tali informazioni potranno essere utili per indirizzare la scelta terapeutica; in particolare, gli indicatori di metastasi laterocervicali permetteranno di definire meglio le indicazioni allo svuotamento laterocervicale a scopo profilattico.


Cecilia Botti ha 32 anni ed è nata a Sassuolo (MO).  

Si è laureata in Medicina e Chirurgia all’Università di Modena e Reggio Emilia nel 2013 e ha conseguito la Specializzazione in Otorinolaringoiatria nel 2019. Nel 2019 ha iniziato il dottorato di ricerca Clinical and Experimental Medicine dell’Università di Modena e Reggio Emilia svolto presso la S.C. di Otorinolaringoiatria dell’Azienda USL-IRCCS di Reggio Emilia, dove attualmente lavora.

I suoi principali ambiti di ricerca sono:

  • Tumori maligni della ghiandola tiroide e del distretto testa-collo
  • Patologie in ambito audio-vestibolare  

Aiutaci a sviluppare la ricerca inserendo il codice fiscale 01598570354 (specifica Ricerca Sanitaria) nella tua dichiarazione dei redditi!