Anatomia Patologica

Dott. Alberto Cavazza - Direttore

Mission

Lo scopo della nostra Struttura è di fornire valutazioni diagnostiche, prognostiche e predittive di qualità mediante l’esecuzione di esami istologici, citologici, immunoistochimici/molecolari e riscontri autoptici, avendo la salute del paziente come obiettivo primario .

Ruolo della moderna Anatomia Patologica

L’Anatomia Patologica ha acquisito un ruolo centrale nella gestione dei pazienti. Tale ruolo, molto più complesso e stimolante rispetto a quello che aveva anche solo pochi anni fa, si esplica attraverso la stretta collaborazione con i clinici e richiede la corretta valutazione sia di parametri cito-istologici diagnostici e prognostici tradizionali (classificazione delle malattie, definizione dell’istotipo, stadiazione, stato dei margini e così via), sia di fattori predittivi immunoistochimici e molecolari essenziali per selezionare i pazienti da trattare con i nuovi farmaci biologici.

Prestazioni erogate

La Struttura di Anatomia Patologica effettua le seguenti prestazioni:

  • esami istologici;
  • esami citologici;
  • esami intraoperatori;
  • riscontri autoptici a scopo diagnostico;
  • esami immunoistochimici e molecolari di valore predittivo o prognostico;
  • citoassistenza per la valutazione dell’adeguatezza dei preparati citologici;
  • agoaspirati su lesioni palpabili;
  • consulenze diagnostiche su preparati allestiti in altra sede.

L’attività della nostra Struttura copre la maggior parte delle patologie umane, sia neoplastiche che infiammatorie. In particolare ci occupiamo delle seguenti malattie: cutanee, emolinfopoietiche, endocrine, epatiche, pancreatiche e delle vie biliari, gastroenteriche, ginecologiche, mammarie, mediastiniche, polmonari (comprese interstiziopatie) e pleuriche, del sistema nervoso centrale, di tessuti molli e osso, di testa e collo, urinarie (comprese nefropatie mediche) e genitali maschili, vasculiti e malattie reumatologiche. In particolare in ambito reumatologico, la nostra Struttura esegue esami cito-istologici su tessuti sinoviali, arterie temporali, ghiandole salivari minori e su qualunque organo potenzialmente coinvolto. In aggiunta all’assitenza, la nostra Struttura è attivamente coinvolta nell’attività di ricerca.  
Oltre alle tecnologie routinarie, la Struttura è dotata dei seguenti laboratori:

  • colorazioni istochimiche, che permettono tra l’altro l’identificazione di alcuni microrganismi come Helicobacter Pylori, micobatteri, funghi, nocardie, Actinomyces e Pneumocystis;
  • colorazioni immunoistochimiche, che consentono l’esecuzione di esami in immunofluorescenza diretta per alcune malattie renali e cutanee, la dimostrazione di antigeni di differenziazione essenziali per la diagnosi corretta di alcune neoplasie e la valutazione di alcuni marcatori di valore predittivo o prognostico;   
  • indagini molecolari, in particolare HpV-test, ISH (per l’identificazione di EBV), FISH (per la valutazione di HER2 nei carcinomi della mammella e dello stomaco, della delezione di 1p/19q negli gliomi cerebrali, delle traslocazioni t(14;18) e t (11;14) e dei riarrangiamenti di Myc, BCL2 E BCL6 nei linfomi, dell’amplificazione di MDM2 nei liposarcomi, dei riarrangiamenti di ALK e ROS1 nei carcinomi polmonari). Altre indagini molecolari, comprese quelle per la ricerca di marcatori per “target therapies”, vengono effettuate dal Laboratorio di Biologia Molecolare del nostro Ospedale, utilizzando il materiale selezionato dal patologo. 

La Struttura si avvale inoltre dell’Istituto di Microscopia Elettronica del Policlinico Sant’Orsola dell’Università di Bologna per esami ultrastrutturali e della consulenza di patologi esterni nei casi con particolari difficoltà diagnostiche; tali consulenti sono riconosciuti come esperti a livello internazionale ed esercitano la loro attività in strutture sanitarie accreditate secondo le norme vigenti nei Paesi di appartenenza.