Radiologia

Dott. Pierpaolo Pattacini - Direttore

Il ruolo dell’Imaging è divenuto oggi indispensabile nella valutazione di pazienti con patologie immunomediate.

La radiologia fornisce diverse tipologie di indagine sulla base del quesito diagnostico posto dal clinico che viene di volta in volta attentamente valutato;  il ricorso all’imaging ci permette sia di identificare un coinvolgimento d’organo, sia di porre eventuali diagnosi differenziali e di escludere co-patologie e\o sovrainfezioni anche nell’ottica di trattamenti immunosoppressivi successivi o in atto.

Inoltre, le diverse metodiche di Imaging giocano oggi un ruolo importante nel follow up di questi pazienti.

Le prestazioni erogabili nel Dipartimento di diagnostica per Immagini di Reggio Emilia sono le seguenti:

  • RX TORACE per valutazione eventuale localizzazione di malattia, ma anche studio parenchimale in pazienti in corso di terapie immunosoppressive.
  • RX RACHIDE, BACINO, MANI e PIEDI in pazienti con sospette artriti infiammatorie con coinvolgimento assiale e periferico.
  • TC TORACE ad alta risoluzione per studio patologie infiltrative diffuse primitive o  in corso di Artrite Reumatoide, Connettivi o sindromi da Anticorpi antifosfolipidi; inoltre in sospette patologie infettive-infiammatorie in corso di terapie immunosoppressive.
  • ANGIO-TC arteria polmonari ed aorta toracica ed emergenze dei vasi epiaortici, aorta addominale e sue principali diramazioni nella valutazione delle vasculiti dei grandi\medi vasi e delle periaortiti croniche (fibrosi retroperitoneale) o nello studio di complicanze tromboemboliche.
  • ANGIOTC vasi arteriosi degli arti inferiori, nello studio delle diramazioni arteriose in sospette vasculiti e nella diagnostica differenziale con patologia aterosclerotica.
  • TC addominale per esempio nello studio del coinvolgimento parenchimale nelle sindomi IgG4 correlate
  • TC rachide cervicale, dorsale, lombare e delle articolazioni sacro-iliache in casi selezionati, per una valutazione di dettaglio dei segmenti ossei per esempio nello studio delle erosioni.
  • CARDIOTC nel sospetto coinvolgimento coronarico e/o del piano valvolare aortico.
  • ANGIOGRAFIA per cateterismo arterioso aorta toraco-addominale e sue principali diramazioni oggi utilizzata con finalità perlopiù terapeutiche e svolta in collaborazione con i colleghi della chirurgia vascolare.
  • RM aorta toracica ed emergenze dei vasi epiaortici, aorta addominale e sue principali diramazioni nel sospetto di vasculiti dei grandi vasi
  • CARDIORM nel sospetto coinvolgimento miocardico primitivo o secondario (post-ischemico) e/o valvolare in stretta collaborazione con i colleghi cardiologi.
  • RM RACHIDE CERVICALE, DORSALE, LOMBARE, RM BACINO E ARTICOLAZIONI SACRO-ILIACHE per esempio per lo studio delle spondiloartriti assiali.
  • RM MUSCOLARE ARTI INFERIORI nel sospetto di miopatie infiammatorie (dermatomiosite, polimiosite e sindrome da anticorpi anti-sintetasi)
  • RM ADDOME SUPERIORE E COLAGIO RM per la diagnosi di malattie autoimmuno epato-biliari (es. epatite autoimmune, colangite sclerosante primitiva, colangite biliare primitiva)
  • ENTERORM nella diagnosi delle malattia infiammatorie intestinali
  • RM MANI E PIEDI come nel sospetto clinico di Algoneurodistrofia o di complicanze flogistiche infettive (osteomieliti).

Nel contesto della Rete delle Malattie Immunomediate la Radiologia è coinvolta nella rivalutazione della casistica complessa: la nostra attività prevede revisione di documentazione diagnostica pre-esistente dei pazienti ed un approccio multidisciplinare e mirato che permettano diagnosi sempre più accurate. 

La Radiologia è inoltre attivamente coinvolta in Attività di ricerca, fornendo studi di Imaging nell’ambito di trials clinici in collaborazione con le strutture della Rete.