AUSL.RE.IT

Per distrarsi un po'...

  • stampa

Tu sei qui

Honegger Fresco, G. (2002), Senza Parole. Accogliere il bambino da 0 a 3 mesi , Edizioni La Meridiana, Molfetta (Bari). Un testo per scoprire cosa significhi in concreto amare un bambino appena nato.Il volume fornisce indicazioni semplici per leggere la sensibilità infantile dei primi mesi. Ogni aspetto delle cure che gli adulti, le mamme e i papà soprattutto, dedicano ai bambini nei primi tre mesi rappresentano un modo fondamentale per entrare in relazione con il piccolo, di dare attenzione in forme diverse, senza per questo annientare la vita dell'adulto.

Salwa Al-Neimi “Il libro dei segreti”, Feltrinelli, 2010
Otto racconti brevi che hanno come protagonista la donna araba. Una donna araba - del tutto diversa dall’idea che ne abbiamo - che non accetta di vivere di luce riflessa, che fa le sue scelte, che si scontra con chi la vuole tenere nell’ombra.
La scrittrice siriana Salwa Al-Neimi dà voce a otto donne che affrontano a viso aperto le sofferenze della condizione femminile: l’aborto, il tradimento subito, quello agito, il matrimonio che diventa una prigione insostenibile, il difficile rapporto con la madre.
La ribellione, anche se non sempre si manifesta apertamente, è la connotazione esistenziale di queste figure femminili che anelano a una propria identità, al riconoscimento della loro individualità, al rifiuto dell’inganno e della falsità.

Justine Levy "Cattiva Ragazza", Frassinelli, 2010. Louise sta per diventare mamma perdendo la propria, malata di cancro.E’ una storia intima di rapporti familiari irrisolti, capace di parlare a tutte le donne, per cui la perdita di una madre avviene sempre troppo presto e un figlio implica una resa dei conti con il proprio passato.

Banana Yoshimoto "Delfini", Feltrinelli, 2009. Kimiko, giovane scrittrice di romanzi rosa, esce con Coro, che convive con Yukiko, una lontana parente molto più grande di lui. Una sera, dopo una visita all'acquario di Tokyo a vedere i delfini, Kimiko fa l'amore con Coro, ma capisce che la loro storia non ha futuro. Temendo di legarsi troppo a Coro, Kimiko decide di abbandonare Tokyo. Nel tempio vicino al mare in cui trova rifugio, conosce Mami, una ragazza con doti soprannaturali, e da lei viene a sapere di essere incinta. Kimiko contatta Gora per chiedergli di riconoscere il bambino, senza però pretendere né di essere sposata, né tantomeno che lasci Yukiko. La gravidanza di Kimiko è scandita da un sogno ricorrente: delfini che nuotano nell'acqua. I delfini in Giappone svolgono il ruolo che nella cultura occidentale è affidato alle cicogne. La vicenda si chiude per l'appunto con la nascita della piccola Akane.

Silvia Vegetti Finzi "Nuovi nonni per nuovi nipoti: la gioia di un incontro", Oscar Mondadori, 2008. É un interessante saggio rivolto  ai nuovi nonni quelli che sono nati a cavallo della fine della seconda guerra, quelli che sono cresciuti nel boom economico, quelli che hanno vissuto o "fatto" come si suole dire il '68.
Il saggio offre uno spaccato di questa realtà partendo dall'inedito rapporto fra i nuovi nonni e i nuovi nipoti, collocando questo rapporto in uno scenario caratterizzato dall'eclisse degli ideali politici, dalla precarietà del lavoro, dalla crisi della coppia e della scuola, nonni e nonne sembrano costituire l'unico architrave solido della famiglia.
Nonni nuovi anche nella rinnovata consapevolezza del proprio ruolo, della propria capacità di farsi tramite della memoria individuale e collettiva e di aprire alle giovani generazioni futuri orizzonti di fiducia e di speranza.

Ferro M.M. "Confessioni di una mamma pigra", Trad. E. De Medio, Tea Pratica, 2007. Questo libro spiritoso e provocatorio è un invito serissimo a considerare i bisogni effettivi dei propri figli, che non risiedono né nelle troppe cose che possiedono, né nelle mille attività che svolgono, bensì nella loro capacità di pensare e agire autonomamente, per diventare adulti consapevoli e dotati di autostima.

Ammaniti M. "Nelle menti delle madri", I Robinson, 2008. Una mamma allatta il suo bambino. Tra di loro, un gioco di sguardi e attese, quasi una comunicazione telepatica. Un viaggio nel più misterioso legame esistente, nel luogo delle nostre origini. Fare un figlio è come innamorarsi: un’esperienza che travolge e, dopo, nulla è come prima...

Benali A. “La lunga attesa”, Fazi ed.

Brizzi F. "Se prima eravamo in due" 2017, Einaudi

Calvino I. (a cura di) “Fiabe italiane”

De Luca E. "In nome della madre", Feltrinelli, 2007.

De Saint Exupery A.  “Il piccolo principe”

Handke P. “Storia con bambina”

Jelloun T.B. “Il razzismo spiegato a mia figlia”

Parsi M.G. “Il pensiero bambino”

Marcoli A. “Il bambino nascosto”

Tagore R. “Canto d’infanzia”

Wolf C. “Trama d’infanzia”

Wolf C. “In carne e ossa”