AUSL.RE.IT

Audiolibri in dono all’Arcispedale per supportare i bambini che devono effettuare esami diagnostici o lunghi ricoveri ospedalieri

  • stampa

Tu sei qui

Venerdì, 19 Gennaio 2018

Un progetto della Casina dei Bimbi finanziato dal Lions club di Albinea. I testi saranno tradotti in diverse lingue dagli studenti dei licei Ariosto‐Spallanzani e Moro. 

Due i pad con cuffie per l’ascolto di audiolibri per bambini sono stati donati dal Lions club “Ludovico Ariosto” di Albinea all’Arcispedale di Reggio Emilia. Serviranno per intrattenere i bambini nel momento dell’attesa prima di esami diagnostici e nel periodo di ricovero ospedaliero. Il progetto è stato curato dal servizio comunale Officina Educativa, dall’associazione di volontariato Casina dei Bimbi, da Bibliohospital del Santa Maria Nuova e dalla cooperativa “Reggiana Educatori” ed è finalizzato al supporto dei bambini ospedalizzati che spesso vivono con disagio la permanenza nella struttura sanitaria. 

L’iniziativa è denominata “Audiolibri dei bimbi” e prevede che alcune storie create da Casina dei Bimbi siano vocalizzate dagli studenti del Liceo Ariosto Spallanzani e del Liceo Moro e tradotte in diverse lingue straniere. I volontari dell’associazione le utilizzeranno per fare compagnia ai bambini in ospedale. Per rendere agevole l’ascolto e la lettura delle storie da parte dei piccoli pazienti anche di origine straniera e delle loro famiglie, gli studenti madrelingua dei due licei coinvolti si stanno impegnando nella traduzione dei testi in undici lingue (arabo, bengalese, rumeno, ucraino, russo, inglese, spagnolo, francese, bulgaro, croato, cinese) e ne faranno la registrazione. Il progetto “Audiolibri dei Bimbi” segue le linee guida del servizio comunale Officina Educativa Partecipazione Giovanile e Benessere e la Carta dei Diritti dei Bambini e delle Bambine a cui si ispira Casina dei Bimbi. 

Durante la Notte dei Racconti e Reggionarra, Casina dei Bimbi accompagnerà gli studenti dei Licei a narrare le storie ai bimbi, di diversa nazionalità, ricoverati in ospedale o in attesa al Pronto Soccorso pediatrico. “Il progetto – spiega la presidente della Onlus reggiana Claudia Nasi - rientra nelle attività di alternanza scuola lavoro degli istituti superiori e coinvolge giovani volontari che mettono a disposizione le proprie capacità e competenze per il benessere dei bambini. Questa esperienza può costituire inoltre un prezioso sostegno alla socializzazione tra persone e bambini appartenenti a culture diverse”. Alla consegna dei tablet questa mattina oltre alla Nasi erano presenti, il direttore della Pediatria Sergio Amarri, il direttore della Gastroenterologia ed Endoscopia digestiva Romano Sassatelli che hanno ringraziato per il prezioso dono, Sara Fiorini e Veronica Spinola rispettivamente psicologa ed educatrice della Casina dei Bimbi, Maria Grazia Cocchi presidente del Lions Club di Albinea “Ludovico Ariosto”. 

IN FOTO: alcuni operatori infermieristici, il dottor Sergio Amarri, il dottor Romano Sassatelli, Claudia Nasi e Veronica Spinola della Casina dei Bimbi, Maria Grazia Cocchi del Lions Club di Albinea e Simone Cocchi di Bibliohospital Asmn.

 

Documenti: 
Comunicato Stampa - pdf 175.82 KB
Foto della donazione - jpg 1.05 MB
Foto della donazione - jpg 1.08 MB