AUSL.RE.IT

AUSL IRCCS Reggio Emilia: in merito all'articolo dal titolo “Ancora senza vaccino dopo 100 telefonate”

  • stampa

Tu sei qui

Giovedì, 25 Marzo 2021

Alla redazione della Gazzetta di Reggio

 

Alcuni chiarimenti in merito all’articolo pubblicato dal vostro quotidiano in data odierna dal titolo “Ancora senza vaccino dopo 100 telefonate”.

Le richieste di vaccinazioni a domicilio, pervenute all’Azienda USL IRCCS di Reggio Emilia, per persone ultraottantenni in ADI, ADP, seguite dal Servizio Infermieristico Domiciliare o segnalate dal medico curante, sono circa 5500 a livello provinciale. Ad oggi sono circa 2500 le persone che hanno ricevuto la prima dose e, di queste, 700 hanno già avuto la seconda dose.

L’effettuazione delle vaccinazioni al domicilio richiede molto più tempo di quella nelle sedi fisse, circa 45 minuti al domicilio per ogni paziente, a fronte di soli 4 minuti negli ambulatori.

Questo determina che i tempi per le vaccinazioni a domicilio siano decisamente più lunghi di quelli degli ambulatori e che il numero di vaccinazioni giornaliere al domicilio sia di gran lunga inferiore a quello delle sedi fisse.

Sia per le sedi fisse che per le vaccinazioni domiciliari, l’Azienda ha da tempo adottato la buona pratica di prevedere le cosiddette “riserve” tra gli aventi diritto, da chiamare a inizio turno, per chiedere la disponibilità ad essere vaccinate in anticipo rispetto all’appuntamento, in caso di defezioni sull’attività programmata. 

Questo è quanto accaduto alla Signora Marisa Giaroli, contattata come riserva il 22 febbraio scorso e poi richiamata per disdire l’appuntamento in ragione del fatto che la programmazione era stata rispettata. La vaccinazione del Signor Angelo Fornaciari è prevista tra qualche giorno e ci scusiamo con entrambi per il tempo intercorso tra una chiamata e l’altra.

Nel Distretto di Reggio Emilia sono attive ogni giorno 3 squadre di vaccinatori, 2 in ognuno degli altri distretti: considerando che ogni squadra effettua mediamente 11 vaccinazioni per turno di lavoro, la media delle vaccinazioni a domicilio in provincia è di circa 140 persone al giorno.

Riguardo alla difficoltà nel raggiungere il numero telefonico 0522 338700, che riceve oltre 10000 chiamate al giorno, l’Azienda sta adottando soluzioni tecnologiche che consentano un più agevole scorrimento degli utenti in attesa.  Ci scusiamo per le lunghe attese, assicurando il nostro impegno per risolvere la situazione in tempi brevi.

 

L’ufficio stampa