AUSL.RE.IT

In merito alla lettera della signora di Castelnovo ne’ Monti

  • stampa

Tu sei qui

Venerdì, 12 Aprile 2019

In merito alla lettera della signora di Castelnovo ne’ Monti recentemente ricoverata per intervento chirurgico all’Arcispedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, la Direzione dell’Azienda USL IRCCS di Reggio Emilia informa che è in corso un’analisi dei fatti e che la signora sarà contattata dai professionisti per chiarire insieme, se lo desidera, la dinamica, le modalità e i tempi dell’assistenza, nel rispetto della tutela della privacy.

Preme sottolineare che il triste evento che ha colpito la coppia non è in alcun modo riconducibile al trasferimento da Castelnovo a Reggio, in quanto l’assenza del battito fetale è stata purtroppo diagnosticata da un ginecologo del Consultorio montano, nell’ambito dei controlli del percorso nascita.

La programmazione dell’intervento a Reggio Emilia, disposta dai professionisti, risponde ad un criterio prudenziale visto il quadro clinico della paziente. Per l’evoluzione del decorso clinico, la scelta di effettuare l’intervento a Reggio si è rivelata non solo opportuna ma indispensabile. 

Ci scusiamo con la signora se le modalità di comunicazione non sono state esaustive e se l’organizzazione ha determinato disagi, aspetti su cui ci impegniamo a migliorare.

Preme sottolineare infine che il tempo di attesa per l’intervento è legato al fatto che, essendo il sabato una giornata in cui non è prevista attività programmata, la situazione della paziente, per quanto importante, è risultata procrastinabile rispetto alle altre situazioni urgenti arrivate quel giorno e non ha in alcun modo influito sull’esito dell’intervento. Inoltre l’epoca avanzata dell’aborto avrebbe comunque richiesto la centralizzazione perché le complicanze post-abortive aumentano con il progredire dell’epoca gestazionale.