AUSL.RE.IT

Cosa deve fare chi rientra in Italia dall'estero

  • stampa

Tu sei qui

Martedì, 10 Novembre 2020

Spostamenti da e per l'estero 

Si rimanda allo specifico Focus del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale per le misure da adottare a seconda dello stato da cui si è soggiornato o transitato, con le relative eccezioni.

Il Ministero degli Esteri ha messo a disposizione uno strumento che fornisce le indicazioni caso per caso: https://infocovid.viaggiaresicuri.it/

Per quanto riguarda le disposizioni sui tamponi e la quarantena, in estrema sintesi:

  • chi rientra/entra in Italia dal 10 dicembre, può effettuare il tampone (test molecolare o antigenico) solo nelle 48 ore precedenti l’ingresso in Italia. In mancanza del tampone negativo si è sottoposti a isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria.
  • chi rientra/entra in Italia tra il 21 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021 o dopo il 6 gennaio, dopo un soggiorno o transito (non per motivi di necessità) all’estero, è soggetto a isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria.

 

Per il rientro in Emilia-Romagna è obbligatorio segnalarsi attraverso la piattaforma regionale.

 


Modalità di esecuzione del tampone

Le persone che si registrano sul portale e che devono indicare un numero di cellulare e non di rete fissa, riceveranno un sms con luogo, data e ora della prenotazione; questi cittadini, dopo avere ricevuto l’sms, dovranno recarsi nella giornata prestabilita al Drive In del distretto di residenza: 

  • Reggio Emilia - Camera calda ex Pronto Soccorso 
  • Castelnovo ne’ Monti - Sede dell'unione Montana Dei Comuni Appennino Reggiano 
  • Guastalla - Tensostruttura Parcheggio di fronte alla Croce Rossa  
  • Correggio - Camera calda Pronto Soccorso 
  • Scandiano - Camera calda Pronto Soccorso 
  • Montecchio - Camera calda secondaria dell’Ospedale

 

Il risultato del tampone sarà comunicato attraverso un SMS. Il referto del tampone sarà disponibile anche sul proprio Fascicolo Sanitario Elettronico, sul sito Referti on line (oppure rivolgendosi al proprio Medico di Medicina Generale).  

ATTENZIONE! In caso di insorgenza di sintomi riconducibili a COVID-19, resta fermo l’obbligo per chiunque di sottoporsi ad isolamento e segnalare tale situazione con tempestività all’Autorità sanitaria attraverso le modalità previste (contatto con il proprio Medico di Medicina generale, Pediatra di Libera Scelta, Medico di continuità assistenziale o, in casi gravi, chiamando il 118. Non recarsi direttamente in Pronto soccorso).

Per informazioni è possibile chiamare il numero 0522.339000, attivo dal lunedì al venerdì 8.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 17.30, il sabato dalle 8.30 alle 12.30. 


Link di approfondimento