Donazione di un fibroscopio al Reparto di Radioterapia Oncologica del Santa Maria Nuova

Lo strumento verrà utilizzato in collaborazione con gli specialisti otorinolaringoiatri nelle diverse fasi di diagnosi e trattamento dei tumori che interessano gli organi della testa e del collo

Un moderno fibroscopio è entrato a fare parte della dotazione di tecnologie della Struttura Complessa di Radioterapia Oncologica grazie alla donazione del Sig. Ivan Righi.
È questo uno strumento che, sfruttando le proprietà di trasmissione delle immagini attraverso le fibre ottiche, si rivela indispensabile nelle fasi di diagnosi, stadiazione e follow up delle patologie oncologiche che interessano gli organi della testa e del collo.
“Desidero donare al Reparto di Radioterapia questo strumento perché, come ex-paziente guarito da una patologia che mi ha colpito 10 anni fa, sento il bisogno di fare qualche cosa di utile, di contribuire in modo positivo al percorso di altre persone che, come è stato per me, stanno attraversando la fase dolorosa e difficile della malattia”.
 
Con queste parole Ivan Righi, imprenditore reggiano, ex paziente della Radioterapia, ha motivato il gesto di attenzione e solidarietà nei confronti di coloro che si trovano ad affrontare la stessa esperienza e verso l’équipe della Radioterapia che offre assistenza e cura ai pazienti.
 
Lo strumento, del valore di 7mila euro, verrà impiegato in particolare nell’ambulatorio dedicato alle visite che Radioterapisti e Otorini svolgono collegialmente.
Ai ringraziamenti del Direttore della Struttura di Radioterapia Cinzia Iotti e del Direttore della Struttura di Otorinolaringoiatria Verter Barbieri, presenti al momento della donazione, si sono uniti quelli della Direzione Generale, rappresentata dal Direttore Sanitario Giorgio Mazzi, che, rivolgendosi con gratitudine a Ivan Righi, ha sottolineato il valore di donazioni come queste, importanti per tutta la comunità ed esempio di una solidarietà positiva. 

L’Ufficio Stampa
 

Nella foto
, il momento della donazione; da sinistra: Maria Paola Ruggieri (datamanager Radioterapia), Giorgio Mazzi, Ivan Righi, Verter Barbieri, Cinzia Iotti