Donazioni per due reparti dell'Arcispedale

Reggio Emilia, 15 Aprile 2011

Le Strutture di Chirurgia Oncologica e di Rianimazione hanno ricevuto, nei giorni scorsi,  alcune utili donazioni esito di raccolte di fondi da parte di privati.
Sono arrivati alla Rianimazione due pulsossimetri che verranno utilizzati, come spiega il Responsabile dott Walter Bottari, per il monitoraggio della saturazione dell’ossigeno e della frequenza cardiaca nel trasporto dei pazienti critici. Si aggiungono, inoltre, tre monitor per la misurazione dei parametri vitali, due destinati alla Recovery Room ed uno alla S.C. di Chirurgia I^, un televisore al plasma e due letti elettrici, quale esito della raccolta fondi attivamente promossa tra parenti ed amici dalla Sig.ra Giovanna Ferrari, nel corso dell’ultimo anno, in memoria del marito Savino (Loris) Ganapini.
Altri quattro letti elettrici, destinati alla degenza ordinaria, sono stati donati alla Struttura di Chirurgia I^ come frutto della festa di beneficienza tenutasi nello scorso mese di febbraio presso il Circolo Arci di Campagnola Emilia. L’evento è stato organizzato dal Sig. Nefro Lusuardi con la collaborazione di diversi orchestrali.
I letti elettrici hanno la caratteristica di potere essere basculati, attraverso una apposita centralina, dal personale infermieristico come anche dallo stesso paziente che può scegliere la posizione più favorevole. Come spiega il Direttore della Struttura, Claudio Pedrazzoli: “Letti come questi non solo rendono più gradevole la degenza ai pazienti ma alleviano il lavoro del personale dedicato all’assistenza, lavoro importante soprattutto in reparti nei quali, come in questo, il paziente acuto necessita di particolari attenzioni”.
Uno speciale, affettuoso, ringraziamento viene rivolto a Giovanna Ferrari dalle equipe dei reparti di Rianimazione e Chirurgia, nei quali il sig Ganapini è stato ricoverato durante la lunga malattia contro la quale aveva caparbiamente lottato, ripagando con un tenace attaccamento alla vita l’impegno dei medici che si adoperavano per salvarlo.
Un ringraziamento, da parte del dott Pedrazzoli e della sua equipe al Sig. Nefro Lusuardi ed a tutti i soci del Circolo Arci di Campagnola Emilia per avere voluto, anche quest’anno, dedicare il proprio impegno ad arricchire le dotazioni del reparto.

L’Ufficio Stampa ASMN


Foto 1: insieme alla equipe della Struttura di Rianimazione, seconda da sinistra Giovanna ferrari, prima da destra sua madre, accanto Walter Bottari

Foto 2: insieme alla equipe della Chirurgia I^, da destra Claudio pedrazzoli, Nefro Lusuardi, Giovanna ferrari, sua Madre