Il dott Carmine Pinto è il nuovo direttore della Struttura Complessa di Oncologia dell’IRCCS Santa Maria Nuova

A partire dal 1° Settembre sarà Carmine Pinto, nato a Napoli 56 anni fa, il nuovo direttore della Struttura Complessa di Oncologia dell’IRCCS Santa Maria Nuova.
Il medico, specializzato in Oncologia e in Ematologia alla Università di Bologna, ha una solida reputazione in campo nazionale e internazionale.
Pinto proviene dalla Azienda Ospedaliera – Policlinico di Parma dove ha operato, in qualità di direttore facente funzioni della struttura di Oncologia, a partire dalla metà del 2014. Ruolo analogo aveva ricoperto sino a quel momento al Policlinico S.Orsonla Malpighi di Bologna dove si è svolta gran parte della sua carriera a partire dal 1989, con l’eccezione di una parentesi di qualche mese come direttore della unità operativa di Oncologia dell’Ospedale di Trieste.
Membro di diverse società scientifiche nazionali e internazionali, dall’Ottobre scorso Carmine Pinto è Presidente Nazionale dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM), organismo che raggruppa i 2.600 oncologi medici italiani.
Autore di oltre 250 pubblicazioni scientifiche su riviste e volumi nazionali ed internazionali, il dott Pinto è membro dell’American Society of Clinical Oncology (ASCO), collaboratore del Cancer Reserch Compaign (CRC) Clinical Trials Committee del Regno Unito e del francese Institute National du Cancer (INCa) nonché membro Oncologo del Gruppo di lavoro del Consiglio Superiore di Sanità per i “Tumori di genere femminile”.
Particolarmente attivo sul versante della ricerca sanitaria e scientifica, nel corso della sua carriera il professionista è stato responsabile della conduzione di oltre 80 progetti e studi clinici e traslazionali, approfondendo in modo particolare l’ambito della caratterizzazione bio-molecolare, della definizione dell’imaging, della chemioterapia, delle terapie biologiche e dei trattamenti integrati dei tumori solidi, con specifico riguardo ai tumori gastro-enterici e del mesotelioma.
Nella futura sede del Centro Oncoematologico, la cui attivazione è prevista all’inizio del prossimo anno, il reparto avrà a disposizione spazi più ampi e confortevoli rispetto alla logistica attuale ed anche posti letto di degenza ordinaria, oltre a quelli di day hospital.
Tra gli obiettivi assegnati al neo direttore vi è la collaborazione allo sviluppo e alla integrazione interdisciplinare delle attività del Dipartimento Oncologico e Tecnologie Avanzate, cuore dell’IRCCS reggiano, entro il quale il reparto è inserito. Anche lo sviluppo appropriato ed efficiente dell’offerta assistenziale e delle competenze professionali  nei percorsi di cura sono tra i traguardi che il neo direttore è chiamato a raggiungere, in integrazione con la rete oncologica provinciale, al fine di assicurare risposte quali/quantitative adeguate al fabbisogno della popolazione di riferimento, nel rispetto degli standard definiti e dei tempi di attesa stabiliti a livello regionale.  
“È per me motivo di grande soddisfazione entrare a far parte dell'equipe dell'IRCCS Santa Maria Nuova” commenta Carmine Pinto “La sfida sarà mettere a punto un progetto unico sulle strategie di controllo della malattia neoplastica, in grado di coniugare la ricerca traslazionale e la clinica, la prevenzione e lo screening, la terapia e la multidisciplinarietà, la riabilitazione e l’assistenza psico-sociale, la cura dei sintomi e l’accompagnamento nella fase terminale della malattia. Le professionalità con cui avrò il piacere di collaborare e le tecnologie disponibili possono, a mio avviso, fare dell'IRCCS di Reggio Emilia un modello ed un riferimento per tutta l'Oncologia italiana.”
 Esprime soddisfazione il Direttore generale del Santa Maria Nuova Antonella Messori “Siamo particolarmente orgogliosi di completare l’équipe della Oncologia, composta da professionisti all’altezza delle sfide che l’evoluzione della epidemiologia e delle terapie oggi pongono, con un professionista di provata competenza e autorevolezza. È questa una disciplina che riveste un ruolo strategico all’interno dell’IRCCS Santa Maria Nuova e del territorio provinciale, sia in termini di assistenza ai malati oncologici e qualità delle cure che di sviluppo della ricerca”.
  
L’Ufficio Stampa
  
La Oncologia del Santa Maria Nuova ha una dotazione di 14 posti letto in day hospital, 10 poltrone suddivise in 2 sale per terapie brevi, 5 ambulatori e una centrale antiblastici per la produzione di farmaci specifici che serve tutto l’ospedale. L’attività vede circa 90 accessi in DH al giorno e 28 mila all’anno (1.000 nuovi casi di tumore all’anno) e 1.400 pazienti in terapia, con un’attrazione sulle altre province superiore al 20%. L’équipe è composta da 9 medici strutturati e 4 contrattisti, 15 infermieri incluso il coordinatore, 4 data manager, 5 operatori di supporto, una psicologa e 4 impiegati amministrativi. 
 
Nella foto: Carmine Pinto