AUSL.RE.IT

Al via la terza edizione di Chi Ricerca Cura, la settimana dedicata a divulgare il significato della Ricerca sviluppata dall’Ausl Irccs di Reggio Emilia

  • stampa

Tu sei qui

Giovedì, 04 Aprile 2019

Dall’8 al 13 aprile è in programma la terza edizione di Chi Ricerca Cura, la settimana dedicata alla divulgazione dei temi della ricerca scientifica che all’Ausl Irccs di Reggio Emilia viene affiancata all’assistenza.

Diversi gli appuntamenti che intendono creare opportunità di dialogo tra i ricercatori, gli studenti e la cittadinanza attraverso incontri informali, visite guidate, letture pubbliche e laboratori di avvicinamento all’attività sperimentale per i più piccoli.

“La settimana della ricerca si muove in due direzioni: da un lato, apriamo le porte dei luoghi in cui si fa ricerca ai cittadini e agli studenti, per mostrare loro la nostra attività quotidiana e la nostra esperienza” spiega il direttore scientifico Massimo Costantini “Dall’altro, siamo noi ricercatori ad andare a raccontare la ricerca nel territorio provinciale, con linguaggi sempre diversi. L’Ausl Irccs di Reggio Emilia” continua Costantini “svolge attività di ricerca clinica, di laboratorio e sanitaria, con l’obiettivo di trasferirne i risultati all’assistenza ai pazienti. Abbiamo scelto lo slogan chi-ricerca-cura proprio per affermare che le strutture sanitarie dove si sviluppa attività di ricerca sono luoghi nei quali si cura meglio. Lo spirito dell’iniziativa – conclude – è condividere con la nostra comunità il significato e le caratteristiche dell’impegno di tanti ricercatori e professionisti”.

 

Appuntamenti con le scuole (già prenotati)

Tanti gli appuntamenti dedicati agli studenti: per le scuole elementari sono stati organizzati da martedì 9 a giovedì 11 laboratori di avvicinamento all’attività sperimentale, in cui i bambini potranno cimentarsi, sotto la guida dei ricercatori, in veri e propri esperimenti scientifici.

Da quest’anno, grazie anche al supporto della Provincia di Reggio Emilia, a tutti gli istituti superiori del territorio è stata offerta la possibilità di prenotare visite guidate ai laboratori di ricerca e ospitare i ricercatori nelle rispettive sedi per dialogare con i ragazzi sulla propria esperienza professionale e di vita.

Agli istituti superiori di Correggio è rivolto l’incontro di sabato 13 aprile al Teatro Asioli intitolato “L’inventore di malattie”, dedicato al tema delle malattie inventate e delle fake news scientifiche. Già realizzato a Reggio Emilia nelle precedenti edizioni, l’incontro vedrà tra i relatori Massimo Polidoro, segretario nazionale del Cicap - Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze, e Daniela Ovadia,  giornalista scientifica e ricercatrice sui temi di etica della scienza.

 

Appuntamenti per la cittadinanza a ingresso libero

Giovedì 11 alle ore 20,00 al Centro Sociale Gattaglio di via del Gattaglio 30, Reggio Emilia, è in programma “Chi ricerca sBoccia”, una serata all’insegna dell’allegria e della leggerezza, e un momento di incontro tra mondo della ricerca e cittadinanza. 16 squadre, composte ciascuna da un ricercatore e da un cittadino dell’Associazione sportiva dilettantistica Gatto Azzurro, si sfideranno in un torneo di bocce, con gare a eliminazione diretta fino alla finalissima.

Venerdì 12 alle ore 12,00 sarà inaugurata la mostra fotografica “Connect: research to find”, inserita nel Circuito Off di Fotografia Europea, e allestita all’Ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, all’ingresso del CORE. La mostra esporrà le 20 foto selezionate nell’ambito dell’omonimo concorso fotografico, lanciato dall’Ausl Irccs insieme all’Associazione culturale ArtYou. La mostra sarà visitabile fino al 26 aprile.

Sempre venerdì 12 alle ore 18:00, inoltre, è in programma “Eureka & AperiScience”, un momento conviviale in cui sarà possibile incontrare i ricercatori in un’atmosfera informale alla Polveriera di via Zanti 10, a Reggio Emilia. Faustino Stigliani, con l’accompagnamento alla fisarmonica di Claudio Ughetti, leggerà testi di letteratura e narrativa dedicati alla scienza. Saranno inoltre esposti i gadget sulla ricerca realizzati da K-Lab insieme al Giardino del Baobab.

Sabato 13 al pomeriggio i laboratori del Santa Maria Nuova saranno aperti alle visite della cittadinanza, senza necessità di prenotazione. Punto di ritrovo è l’atrio dell’ospedale, con partenze dei tour guidati alle ore 14,00 e alle ore 15,30.

L’ultimo appuntamento è dedicato ai bambini tra i 6 e i 10 anni e si intitola “Piccoli scienziati per grandi scoperte… e altre fantastiche avventure”, un incontro di letture e narrazioni che avrà luogo sabato dalle 17,00 alle 18,30 alla Ludoteca “Piccolo Principe” di via Fazzano 7/9, a Correggio, con ingresso libero.

 

Documenti: 
Programma 2019 - pdf 1.42 MB