Nota di risposta all'Ufficio Stampa Lega Nord: "Temperatura ambientale all'interno del reparto di Malattie Infettive"

Reggio Emilia, 30 Settembre 2015

In relazione ai contenuti della nota diffusa dall’Ufficio Stampa della Lega Nord in merito alla  temperatura ambientale all’interno del Reparto di Malattie Infettive dell’Ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, preme chiarire quanto segue.
 
Il Servizio Tecnico aziendale monitora costantemente e provvede alla regolazione del clima all’interno dei diversi settori ospedalieri attraverso un sistema di sonde ambientali. 
 
Se si esclude una singola richiesta di provvedere ad innalzare la temperatura (20° C al momento della segnalazione) in un singolo locale, pervenuta nella notte fra sabato 26 e domenica 27 settembre, nessun altra segnalazione da parte di degenti o di operatori è giunta all’attenzione della Direzione e/o del Servizio Tecnico. 
Tantomeno risultano situazioni di disagio come quelle rappresentate nella nota trasmessa dall’Ufficio Stampa della Lega Nord. 
 
Nello specifico, corre l’obbligo di precisare che una parte dei locali all’interno del reparto è dedicata all’isolamento di malati a rischio infettivo. 
Per questa ragione, nel rispetto delle norme di igiene ospedaliera, tali locali vengono mantenuti costantemente a pressione positiva con ventilazione forzata per preservare gli ambienti circostanti da possibili contaminazioni: non si può escludere che una maggiore ventilazione possa aver generato in un degente una percezione termica inferiore, pur in presenza di temperature ambientali che, anche ai controlli odierni, sono comprese fra i 22 ed i 23°C. 
 
Si assicura, tuttavia, fin da ora, l’impegno dell’Azienda a fornire all’Assessorato regionale, le informazioni ed i dati che saranno ritenuti necessari per rispondere a un’eventuale interrogazione e/o richiesta di accesso agli atti. 
 
L’Ufficio Stampa