Nota di risposta - Chiarimenti in merito al reclamo inoltrato dalla Sig.ra Bertini

Reggio Emilia, 28 Giugno 2011

In riferimento al reclamo inoltrato dalla Sig.ra Bertini, si forniscono i chiarimenti richiesti.
La paziente è giunta presso il Pronto Soccorso del nostro Ospedale nella notte fra il 3 ed il 4 Maggio 2011 a causa di dolori all’ipocondrio destro.
Inviata a visita chirurgica, il medico di guardia, constatando l’assenza di esami laboratoristici e di ecografia addominale, elementi fondamentali per la diagnosi della patologia sospettata (colica biliare), indirizzava nuovamente la paziente presso il Pronto Soccorso, per la loro effettuazione: una volta completati, ne veniva disposto il ricovero in Medicina 2^.
Il giorno 5 Maggio, i medici del reparto, visto il perdurare della sintomatologia, nonostante le terapie praticate, richiedevano la consulenza chirurgica: questa veniva effettuata dallo stesso chirurgo che, la notte precedente, ne aveva disposto il rinvio in Pronto Soccorso.
Viste le condizioni cliniche della paziente, disponeva il trasferimento in Chirurgia 2^ e programmava l’intervento di colecistectomia laparoscopica, da lui stesso eseguito. Il decorso post-operatorio è trascorso senza complicanze e la paziente è stata dimessa.
Nel percorso seguito all’interno del nostro ospedale, non vi è stata alcuna sottovalutazione delle sue condizione cliniche, né sono state adottate decisioni potenzialmente a rischio per la sua salute: ne sono una dimostrazione, la decisione dei Medici del Pronto Soccorso di ricoverarla in Medicina 2^ ed il successivo trasferimento in Chirurgia 2^ per l’effettuazione dell’intervento chirurgico, al permanere della sintomatologia dolorosa.
Siamo spiacenti, tuttavia, che la signora abbia percepito delle carenze sotto il profilo della presa in carico del suo caso e, per questo, i professionisti coinvolti esprimono il loro sincero rammarico.

L’Ufficio Stampa ASMN