AUSL.RE.IT

Passaporto per cani, gatti e furetti

  • stampa

Tu sei qui

Descrizione
Il "pet passport" è il passaporto europeo per animali da compagnia (cani, gatti e furetti) che viaggiano con il proprietario (o persona incaricata) negli Stati dell'Unione europea o extra-UE. E’ obbligatorio dal 1 ottobre 2004.
Contiene una sezione anagrafica e una parte sanitaria con i dati della vaccinazione antirabbica, eventuali esami clinici e trattamenti terapeutici.
Per il rilascio del passaporto l’animale deve essere registrato all’anagrafe degli animali da affezione e viene identificato tramite il microchip o il tatuaggio (solo se applicato prima del 3 luglio 2011 e se perfettamente leggibile).

Il "pet passport" viene rilasciato dai Servizi veterinari delle Aziende Usl.
Il proprietario del cane, gatto o furetto che richiede il “pet passport” deve portare al Servizio veterinario l’animale (per il controllo di leggibilità del microchip/tatuaggio) e mostrare sia il certificato di avvenuta applicazione del microchip/tatuaggio sia il libretto sanitario (per la verifica dell’ultima vaccinazione antirabbica eseguita.)

La vaccinazione antirabbica ancora valida eseguita prima del rilascio del passaporto viene registrata nel “pet passport”. Le vaccinazioni eseguite dopo il rilascio del passaporto possono essere registrate direttamente sul passaporto dal veterinario libero professionista autorizzato che le ha somministrate.

Per approfondimenti si può consultare il sito dell’anagrafe regionale degli animali da affezione.
Informazioni utili
Che cosa serve

I requisiti per l'accesso al servizio per gli utenti:

  • residenza in provincia di Reggio Emilia;
  • documento di identità in corso di validità;
  • essere proprietari dell’ animale identificato con microchip ed iscritto nella Anagrafe Regionale degli animali di affezione; certificato comunale di iscrizione alla anagrafe canina o documento equivalente
Modalità di erogazione

I passaporti vengono emessi previo appuntamento che potrà essere richiesto e prenotato dall'utente sia telefonicamente, sia recandosi direttamente alla sede della ATV.

Al fine della emissione del passaporto sarà richiesto all'utente di portare con sé, nell'ora e nel luogo concordati, l'animale per la verifica della sua identificazione, un documento di identità con validità legale ed un documento che comprovi l'iscrizione a suo nome dell'animale. In mancanza di questo ultimo documento il veterinario che emette il passaporto potrà verificarne la proprietà attraverso la Anagrafe Regionale degli animali di affezione.

L'emissione del passaporto è subordinata inoltre al pagamento di una tariffa il cui importo andrà comunicato all'utente in sede di prenotazione.

Il Passaporto verrà emesso alla fine della visita ma non sarà ancora valido, infatti è necessario che venga registrata sul passaporto l’avvenuta vaccinazione antirabbica dal veterinario che l’ha effettuata, il quale avrà cura di riportare la data di inizio validità. Inoltre per alcuni Paesi sono necessari ulteriori adempimenti. Per approfondimenti consultare i siti indicati nelle informazioni utili.

Aspetti economici
Con Tariffa
Contributo euro aziendale: 
1.00

A pagamento secondo Tariffario Regionale: € 15,00

Dove andare
Normativa di riferimento
DPR 320/54; DM 10.04.1969. Regolamento Comunità Europea 998/2003 Circolare Regione Emilia-Romagna n. 12 del 19 luglio 2004