Prestigioso riconoscimento per due professionisti dell'Arcispedale chiamati ad incarichi di direzione a Forlì e Padova

Reggio Emilia, 5 Marzo 2011

Importanti riconoscimenti per i professionisti dell’Arcispedale selezionati per assolvere ad incarichi direzionali, rispettivamente presso l’Ospedale di Forlì e presso l’Istituto Oncologico Veneto IRCCS di Padova.
Il ginecologo Celestino Claudio Bertellini, della equipe della Struttura Complessa di Ostetricia e Ginecologia diretta dal dott. G.B. La Sala, sarà dal 2 di Aprile il nuovo Direttore della Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia dell’Ospedale Morgagni-Pierantoni della Ausl di Forlì.
Originario della Provincia di Mantova, laureatosi nel 1981 all’Università degli Studi di Modena e specializzatosi nella medesima sede, rispettivamente in Ostetricia e Ginecologia, Anestesia e Rianimazione e Chirurgia Generale, il professionista ha prestato servizio negli Ospedali di Sondrio, Sassuolo, Guastalla e Mantova prima di arrivare, nel Giugno 2002, all’Arcispedale Santa Maria Nuova in qualità di Dirigente Medico con Alta Specialità in “Ginecologia, Chirurgia ed Endoscopia Ginecologica”. Responsabile della Sala Operatoria di Ostetricia e Ginecologia, negli ultimi anni ha svolto il ruolo di vice-direttore della struttura. Si è dedicato, in particolare, alla Oncologia Ginecologica, alla Endoscopia Ginecologica e alla Uro-Ginecologia. Il Dott Bertellini ha contribuito alla formazione sia teorica che pratica dei giovani professionisti delle ostetriche del reparto. Particolare approfondimento aveva dedicato, da qualche tempo, allo studio ed alla terapia della Endometriosi, formando un gruppo multidisciplinare di cui era responsabile. Co-autore di circa 40 pubblicazioni ha partecipato a numerosi eventi scientifici come relatore. “Sono gratificato per l’incarico conferitomi” - dichiara Bertellini – “e spero di onorare nel migliore dei modi quanto il nuovo ruolo richiederà. Ho ricevuto molto, in termini professionali ed umani, dalla mia esperienza al Santa Maria Nuova dove ho lavorato con passione e impegno”.
L’altro prestigioso riconoscimento è arrivato per la dottoressa Marta Paiusco, della equipe della Struttura Complessa di Fisica Medica dell’Arcispedale. La Dott.ssa Paiusco, mantovana, laureatasi in Fisica Teorica all’Università degli Studi di Parma, specializzatasi in Fisica Medica presso l’Università di Bologna, ricoprirà dal 02 Maggio prossimo il ruolo di Direttore del Servizio di Fisica Medica dell’Istituto Oncologico Veneto I.O.V.  I.R.C.C.S. di Padova.
La professionista era entrata nel 1999 a far parte del Servizio di Fisica Medica dell’Arcispedale Santa Maria Nuova, sotto la direzione del dr Gianni Borasi e, successivamente, del dr Mauro Iori. È stata significativa la crescita professionale di tutta l’equipe del Servizio in alcuni tra i più avanzati settori di applicazione della disciplina nell’ambito ospedaliero, arrivando a costituire una vera e propria scuola reggiana all’interno dell’Arcispedale. Marta Paiusco ha dedicato la propria attività alle applicazioni per la radioterapia, ambito del quale era responsabile dalla fine del 2009. Importante il suo contributo nell’introduzione di tecniche radianti speciali quali la IMRT (Radioterapia ad intensità modulata) per cui è stata chiamata a far parte del gruppo di lavoro internazionale ESTRO-QUASIMODO e dell’Istituto Superiore di Sanità, per la definizione di linee guida nazionali. In stretta collaborazione con le Strutture di Radioterapia e di Medicina Nucleare, ha lavorato per l’introduzione delle immagini PET nella terapia partecipando, inoltre, alla stesura di protocolli internazionali. Autrice di diversi lavori, pubblicati su riviste nazionali ed internazionali di fisica medica, è stata relatrice in molti convegni in Italia e all’estero. Da anni svolge attività di formazione come docente a contratto presso l’Università di Modena e Reggio Emilia e presso al Scuola Specialità in Fisica Medica dell’Università di Bologna. Attualmente per conto dell’Associazione Italia di Fisica Medica (AIFM) si occupa di formazione nel campo della Valutazione delle Tecnologie in Sanità.
L’Istituto Oncologico Veneto I.O.V.  I.R.C.C.S. di Padova è il più importante Centro veneto per la prevenzione, diagnosi, cura e ricerca sul cancro. L’Unità Complessa di Fisica Sanitaria, che verrà diretta dalla dottoressa Paiusco, eroga attività specialistiche connesse alle applicazioni della Fisica, con particolare riguardo all’impiego delle radiazioni ionizzanti e non ionizzanti in campo medico.
La dottoressa Paiusco commenta con orgoglio il nuovo incarico: “Si tratta di un importante riconoscimento all’impegno profuso nel corso della mia carriera; la professionalità acquisita grazie al profondo amore che nutro per questo lavoro, arricchita da un prezioso bagaglio di esperienze e conoscenze maturate negli anni presso la struttura dell’Arcispedale Santa Maria Nuova, mi permetterà di affrontare al meglio la sfida che ho davanti. I rapporti di stima consolidati in questi anni con i vari professionisti dell’azienda, in primo luogo i miei colleghi fisici e i medici del UO di Radioterapia, potranno essere ragione di una nuova collaborazione scientifica tra lo I.O.V. ed il nuovo I.R.C.C.S. ASMN. Un generoso grazie a tutti i colleghi e collaboratori per il proficuo lavoro svolto insieme ed all’Azienda per aver investito sulla mia professionalità”.
Soddisfazione viene espressa anche dal Direttore generale ASMN, Ivan Trenti, che afferma “Il riconoscimento conferito ai due professionisti con l’attribuzione di importanti ruoli direttivi rappresenta un riconoscimento anche per le equipe all’interno delle quali essi hanno potuto esprimere e sviluppare al meglio il proprio potenziale. Questo è motivo di orgoglio per tutto l’Ospedale. Auguriamo loro le migliori soddisfazioni professionali per il prosieguo della loro carriera, insieme all’auspicio che nuove proficue collaborazioni possano essere intrecciate anche in funzione del nuovo status di IRCCS ASMN”.

L’Ufficio Stampa ASMN


Foto: la Dott.ssa Marta Paiusco, il Dott. Claudio Celestino Bertellini