Storia della Sanità a Reggio Emilia

Dagli hospitalia del Medioevo sino alla storia di oggi dell’Ospedale Santa Maria Nuova, se ne parlerà venerdì 13 Marzo alle 9.30 a Palazzo Rocca Saporiti


Reggio Emilia, 11 Marzo 2015

Un interessante viaggio attraverso i secoli è quello che sarà proposto con il prossimo evento pubblico del programma per il Cinquantenario del Santa Maria Nuova, previsto a Palazzo Rocca Saporiti venerdì 13 marzo alle 9.30. 
Prendendo il via dall’epoca medievale, con la nascita degli primi hospitalia, sarà raccontata l’evoluzione dei luoghi che dal 1300 ad oggi hanno svolto le funzioni di accoglienza e assistenza, precursori dei moderni ospedali.
Alla metà del secolo 14° anche il Santa Maria Nuova nasceva come ospizio per gli infermi, i poveri e i pellegrini che si muovevano in direzione di Roma o della via francigena. 
La lectio magistralis sugli hopsitalia, che apre il convegno, sarà tenuta dalla Professoressa Donatella Lippi, docente di Storia della Medicina alla Università di Firenze e autrice di diverse pubblicazioni, oltre che di una rubrica dedicata a temi storici sul periodico specialistico Sole 24ore Sanità. 
L’intervento dell’appassionato cultore di storia Corrado Debbi, medico ginecologo, proporrà una prospettiva locale, raccontando la nascita della università medioevale a Reggio Emilia e tracciando il percorso della evoluzione della sanità in questo contesto. 
Seguirà Danilo Morini, in passato amministratore pubblico e onorevole, che racconterà la storia del CISO Centro Italiano di Storia Ospitaliera che prese le prime mosse proprio nella nostra città. 
Concluderà la mattina l’intervento di Italo Portioli, autore, insieme allo storico Carlo Baja Guarienti, moderatore dell’evento di venerdì, della pubblicazione dedicata agli ultimi 50 anni del Santa Maria Nuova, edita da Maselli Editore.
L’evento è aperto al pubblico, la cittadinanza è invitata a partecipare 
 
L’Ufficio Stampa

Allegato: programma