Hospice di Guastalla

Indirizzo:
via Donatori di Sangue, 1 - Guastalla
Come arrivare:
Ospedale di Guastalla - 1^ piano

Telefono segreteria:

0522 837488

Telefono prenotazioni:

0522 837486

Fax:

0522 339668

Orario Ricevimento medici
su appuntamento

Orario Ricevimento Direttore/Responsabile
la responsabile dell'hospice riceve malati e familiari per appuntamento.

Orario Visita ai degenti
aperto 24 su 24 (con preavviso, per ore notturne dopo le 21)

Orario pasti

colazione: a richiesta del paziente

pranzo: 12.00

cena: 18.30

L'hospice si trova all'interno dell'Ospedale, al primo piano, sopra i Poliambulatori. Dispone di 14 stanze singole dotate di: bagno in camera, una poltrona-letto per il famigliare, televisore, libreria e un piccolo frigorifero nel quale conservare alimenti e bevande. La stanza può essere personalizzata con gli oggetti che la famiglia ritiene utile portare durante il periodo di permanenza.

Il Servizio è offerto da un'equipe di infermieri, medici di medicina generale ed operatori socio-assistenziali, che lavora in stretta collaborazione con la psicologa e l'assistenza spirituale.

L'hospice offre:

  • un servizio di assistenza continuativa e di sollievo alla sintomatologia critica per la persona malata, nel rispetto dell'autonomia, della dignità, dei valori (umani, spirituali e sociali) dell'ospite;
  • un servizio di sostegno alle famiglie.

  

Il Servizio è gratuito e collabora con:

  • Servizi Infermieristici Domiciliari,
  • Ospedali,
  • Servizi Sociali Comunali
  • Associazioni di Volontariato

  

Il servizio è rivolto:

  • alla persona in fase avanzata di malattia e con sintomatologia critica, che non risponde più a terapie volte alla guarigione;
  • alla persona per cui i reparti ospedalieri non sono il luogo di cura appropriato e l'assistenza a domicilio non sia possibile;

  

Il ricovero può essere anche temporaneo (1 mese) per fornire sostegno alle famiglie delle persone malate.

Regole generali per l'utente

Si accede al Servizio tramite richiesta del medico di medicina generale o autorizzazione del Centro Unico di Cure Domiciliari del Distretto Sanitario di residenza del paziente il quale valuta i requisiti di accesso e la disponibilità dei posti.

Non esistono limitazioni relative ad orari di vista, numero o età dei visitatori: le uniche valide sono quelle decise dagli ospiti, sempre nel rispetto degli altri.