Farmacia

Dott.ssa Federica Gradellini - Direttore

Il Dipartimento Farmaceutico è un’articolazione organizzativa dell’Azienda, dotata di autonomia tecnico gestionale, con l'obiettivo di collaborare alla definizione della politica aziendale dei beni farmaceutici e sostenerne lo sviluppo, al fine di ottimizzare l'uso dei farmaci e dei dispositivi medici e migliorare l'appropriatezza prescrittiva ed organizzativa, nel rispetto della sicurezza del cittadino assistito ed in coerenza con gli obiettivi individuati dalla pianificazione sanitaria nazionale, regionale ed aziendale.

Il Dipartimento Farmaceutico dell'Azienda USL si articola su diverse aree:

  • area farmaco
  • area dispositivi medici
  • area farmaceutica territoriale e distribuzione diretta
  • area logistica
  • area attività istituzionali
  • area informazione e formazione
  • area innovazione e ricerca
  • area compounding, sia oncologica che tradizionale
  • area qualità ed accreditamento

Gli obiettivi prioritari del Dipartimento Farmaceutico si esplicano nell’ambito della assistenza farmaceutica territoriale e ospedaliera nelle attività rivolte alle strutture aziendali o convenzionate e agli utenti esterni:

  • Approvvigionamento e distribuzione: razionalizzare l'acquisizione e l'utilizzo dei beni farmaceutici nelle strutture ospedaliere e territoriali, favorendo il contenimento della spesa e l'appropriatezza da parte delle strutture aziendali; assicurare la continuità assistenziale ospedale-territorio attraverso la distribuzione di beni farmaceutici; assicurare la fornitura di farmaci e dispositivi medici agli ospiti di strutture convenzionate e non e a tutti i pazienti affetti da patologie croniche e gravi.
  • Produzione: assicurare la produzione di preparati galenici oncologici e non oncologici presso i laboratori di Farmacia, orientando le risorse verso la personalizzazione delle terapie (sterili e non sterili), con garanzia di qualità come richiesto da Norme di Buona Preparazione, nel rispetto della continuità di cura e della sicurezza del paziente.
  • Promozione della qualità ed appropriatezza secondo i principi del governo clinico: contribuire alla progettazione di protocolli terapeutici ed attività di educazione alla salute; promuovere raccomandazioni finalizzate ad una corretta selezione, conservazione, manipolazione, somministrazione di farmaci e dispositivi medici attraverso lo sviluppo di sistemi innovativi per garantirne un uso sicuro ed appropriato;
  • Informazione: accrescere il livello quali-quantitativo dell'informazione e documentazione sull'uso e le caratteristiche dei farmaci e dei dispositivi medici; collaborazione con la Direzione Aziendale nella gestione corretta e sicura dei farmaci e dispositivi medici e supporto alle strutture per gli aspetti inerenti la gestione clinica dei beni sanitari, oltre che nell'ambito del rischio clinico e rischio infettivo.
  • Vigilanza: potenziare l'attività ispettiva nelle strutture aziendali e sulle strutture pubbliche e private convenzionate; garantire le attività di farmacovigilanza e dispositivo vigilanza.
  • Sperimentazione clinica: collaborare con i centri di sperimentazione e il Comitato Etico di riferimento nella conduzione della ricerca clinica quale centro di riferimento per le attività di gestione dei medicinali sperimentali per tutti gli studi clinici attivi, conformemente alla normativa vigente e in accordo con gli standard definiti nelle GCP (Good Clinical Practice).
  • Prescrizione e somministrazione computerizzata: gestione clinica dei sistemi di Prescrizione e Somministrazione Computerizzata (PSC) ed Erogazione Diretta dei farmaci (EDF), al fine di consentire agli operatori sanitari coinvolti nelle diverse fasi del percorso terapeutico del paziente di utilizzare uno strumento unico strutturato allo scopo di ridurre il rischio clinico.
  • Formazione ed aggiornamento: promuovere programmi coordinati di formazione di tipo specialistico.
  • Collaborazione nella gestione flussi informativi: collaborare nella gestione flussi informativi e nell’attività di monitoraggio e analisi delle prescrizioni di farmaci per l'assistenza farmaceutica territoriale ed ospedaliera.
  • Farmaceutica Territoriale e Distribuzione ai pazienti: garantire l'assistenza farmaceutica alla popolazione del territorio nel rispetto delle disposizioni nazionali e regionali; assicurare la terapia a pazienti cronici sotto il controllo del centro ospedaliero; supportare l'assistenza farmaceutica a persone assistite presso il domicilio dal Nucleo Operativo Domiciliare Oncologico (NODO) o in regime di Assistenza Domiciliare Integrata (ADI).