-SSPV - Servizio Sanità Pubblica Veterinaria

Direttore: dr. Giorgio Micagni

Operante nel Dipartimento di Sanità Pubblica dell’Azienda USL di Reggio Emilia, ha quale compito fondamentale la tutela della salute pubblica e del patrimonio zootecnico, per contribuire al miglioramento del contesto ambientale.

Per realizzare questi obiettivi la Sanità Pubblica veterinaria esegue controlli, ispezioni e test diagnostici-clinici lungo tutte le filiere che coinvolgono la produzione di alimenti di origine animale, a partire dai foraggi fino all’immissione in commercio dei prodotti, risultando così centrale nella tutela della salute dei consumatori.
In essi lavorano medici veterinari, tecnici qualificati e personale amministrativo.

PRESENTAZIONE (opuscolo scaricabile)

La Sanità Pubblica Veterinaria (SPV) come da definizione del WHO (1999) “è la componente dell’attività di Sanità Pubblica dedicata alla applicazione delle competenze, conoscenze e risorse della professione veterinaria ai fini della protezione e del miglioramento della salute umana”.

La SPV, attraverso la propria articolazione in discipline specialistiche, sviluppa attività volte principalmente alla:

  • promozione di salute degli animali, anche con lo scopo di migliorarne le produzioni;
  • sicurezza e qualità nutrizionale degli alimenti di origine animale destinati al consumo alimentare umano;
  • prevenzione ed al controllo delle malattie degli animali, con particolare attenzione a quelle a carattere zoonosico;
  • protezione dell’ambiente rispetto ad esempio alla industrializzazione degli allevamenti ed alla presenza nelle città di fauna sinantropica.
AREE e AZIONI
Area “A” – Sanità animale
  • Sorveglianza epidemiologica e profilassi ai fini della eradicazione delle malattie infettive e diffusive degli animali;
  • Interventi di polizia veterinaria;
  • Vigilanza sui concentramenti e spostamenti animali, compresa l’importazione e l’esportazione e sulle strutture ed attrezzature a tal fine utilizzate;
  • Igiene urbana e veterinaria;
  • Lotta al randagismo e controllo della popolazione canina;
  • Controllo delle popolazioni sinantrope e selvatiche ai fini della tutela della salute umana e dell’equilibrio fra uomo animale e ambiente.
Area “B” – Igiene della produzione e della commercializzazione degli alimenti di origine animale
  • Ispezione negli impianti di macellazione; 
  • Controllo igienico sanitario nei settori della produzione, trasformazione, conservazione, commercializzazione, trasporto e deposito, distribuzione e somministrazione degli alimenti di origine animale;
  • Vigilanza ed ispezione nelle strutture in cui la normativa vigente prevede il Veterinario Ufficiale;
  • Disposizioni di indagini microbiologiche in tutte le fasi della produzione e sui prodotti;
  • Valutazione degli esiti analitici ed informazione dei conduttori degli stabilimenti, dei risultati, degli esami e degli eventuali accorgimenti da adottare;
  • Certificazioni sanitarie sui prodotti destinati all’esportazione o ad usi particolari;
  • Monitoraggio della presenza di residui di farmaci e contaminanti ambientali negli alimenti di origine animale.
Area “C” – Igiene degli allevamenti e delle produzioni zootecniche 
  • Controllo e vigilanza sulla distribuzione ed impiego del farmaco veterinario in coordinamento con il servizio farmaceutico e programmi per la ricerca dei residui di trattamenti illeciti o impropri;  
  • Controllo e vigilanza sull’alimentazione animale e sulla produzione e distribuzione dei mangimi;
  • Controllo e vigilanza sulla riproduzione animale;
  • Controllo sul latte e sulle produzioni lattiero-casearie;
  • Sorveglianza sul benessere degli animali da reddito e da affezione;
  • Protezione dell’ambiente da rischi biologici, chimici e fisici con documentazione epidemiologica;
  • Vigilanza e controllo sull’impiego di animali nella sperimentazione.
Attività comuni a tutte le Aree specialistiche disciplinari:
  • Certificazione;
  • Rilascio pareri;
  • Esposti, richieste nell’interesse del privato;
  • Attività ambulatoriale;
  • Educazione sanitaria;
  • Formazione, informazione;
  • Pronta disponibilità in orario serale, notturno, festivo e prefestivo.