Emissione certificazione verde Covid-19 per cittadini italiani vaccinati all'estero – guariti all’estero

L’Azienda USL-IRCCS di Reggio Emilia mette a disposizione due moduli per segnalare eventuali difficoltà correlate alla ricezione del Green Pass, nonché alla correzione di dati non corretti e/o mancanti. 

I moduli sono dedicati a (aprire i link sotto con il browser chrome):

  1. CITTADINI ITALIANI VACCINATI ALL’ESTERO
  2. CITTADINI ITALIANI GUARITI ALL’ESTERO

IMPORTANTE: si sottolinea che la compilazione dei moduli non corrisponde ad immediata ricezione del Green Pass: la sua segnalazione sarà presa in carico il prima possibile dai nostri operatori che provvederanno alla gestione del suo caso.

1. RICHIESTA GREEN PASS PER CITTADINI ITALIANI VACCINATI ALL’ESTERO

Occorre compilare la pagina successiva del presente modulo (prosegui) con i propri dati anagrafici ed indirizzo email valido ed allegare il certificato vaccinale che riporti:

  • dati identificativi del titolare (nome, cognome, data di nascita),
  • dati relativi al vaccino (denominazione e lotto),
  • data di somministrazione,
  • dati identificativi di chi ha rilasciato il certificato (Stato, autorità sanitaria),

Il certificato vaccinale dovrà essere redatto in italiano, inglese, francese, spagnolo; in caso di altra lingua dovrà essere accompagnato da traduzione giurata.

Dovrà, inoltre essere allegato un documento di identità (carta di identità, patente, passaporto, ecc).

In caso di vaccinazione con una sola dose per pregressa infezione sarà altresì necessario allegare il referto del primo tampone positivo.

Questa opportunità è offerta ai cittadini italiani anche residenti all’estero e ai loro familiari conviventi, indipendentemente dal fatto che siano iscritti al Servizio Sanitario Nazionale e a tutti i soggetti iscritti a qualunque titolo al Servizio Sanitario Nazionale che sono stati vaccinati all’estero.

 

 2. RICHIESTA GREEN PASS PER CITTADINI ITALIANI GUARITI ALL’ESTERO

Occorre compilare la pagina successiva del presente modulo (prosegui) con i propri dati anagrafici ed indirizzo email valido ed allegare il certificato di guarigione rilasciato dall’autorità sanitaria estera che riporti: 

  • dati identificativi del titolare (nome, cognome, data di nascita)
  • data del primo tampone positivo
  • dati di chi ha rilasciato il certificato (Stato, autorità sanitaria)

Il certificato dovrà essere redatto in italiano, inglese, francese, spagnolo in caso di altra lingua, dovrà essere accompagnato da traduzione giurata. 

Dovrà inoltre essere allegato un documento di identità (carta di identità, patente, passaporto, ecc).

Questa opportunità è offerta ai cittadini italiani anche residenti all’estero e ai loro familiari conviventi, indipendentemente dal fatto che siano iscritti al Servizio Sanitario Nazionale e a tutti i soggetti iscritti a qualunque titolo al Servizio Sanitario Nazionale che sono guariti dal covid-19 all’estero

 

Il trattamento dei dati personali avviene nel rispetto della normativa vigente, GDPR 2016/679 e D.lgs. 196/2003 e s.m.i. L’informativa completa è rinvenibile alla sezione privacy