L'importanza di preparare i bambini ad affrontare l'intervento chirurgico.

Al via il progetto della Associazione Casina dei Bimbi in collaborazione con l'Arcispedale S. Maria Nuova
Reggio Emilia, 9 Giugno 2011

È stato presentato oggi a Palazzo Rocca Saporiti il progetto dal titolo Alla Scoperta del Pianeta Sala Operatoria voluto e realizzato dalla Associazione reggiana Casina dei Bimbi Onlus in collaborazione con le strutture di Anestesia e Rianimazione e Otorinolaringoiatria dell’Arcispedale Santa Maria Nuova.
Le fasi di preparazione dei piccoli pazienti all’intervento chirurgico hanno lo scopo di informare e rendere consapevoli il bambino e suoi familiari di quanto accadrà prima e durante l’intervento chirurgico,  con un linguaggio facilmente comprensibile, giocoso e adatto all’età. 
Accogliendo l’invito a compiere un viaggio immaginario in compagnia dei pupazzi Tom e Amanda, i piccoli potranno scoprire il pianeta Sala Operatoria (S.O.). Nel viaggio il bambino ha l’opportunità di visitare, attraverso le immagini, il luogo in cui si terrà l’intervento per poter capire cosa avverrà e sperimentare le attrezzature diagnostiche e terapeutiche con le quali entrerà in contatto nel giorno in cui verrà operato dal chirurgo.
 
Il progetto, voluto dalla Presidente della Onlus Claudia Nasi e condiviso dalla Direzione della Azienda Ospedaliera, ha preso spunto da una pratica già in uso presso la Azienda Ospedaliera-Policlinico di Parma. Casina dei Bimbi si occupa, dal 2001, di bambini ed adolescenti ospedalizzati in emergenza oltre che di malati cronici ed oncologici a domicilio. Lo svolgimento di attività ludiche nei reparti di pediatria e di accoglienza dei minori al Pronto Soccorso completano l’impegno dell’Associazione.
Nel percorso che viene offerto ai piccoli pazienti di età compresa tra i 4 e gli 11 anni ed ai loro genitori, è prevista una fase preparatoria di 20 minuti, alla presenza di un tutor e di un volontario esperto.
Alla fine del percorso viene offerto alla famiglia il libro contenente la raffigurazione del viaggio, in forma di fiaba, affinché le tappe possano essere ripercorse a casa, insieme al bambino, fino al giorno dell’intervento.
Una sala pre-operatoria, appositamente allestita e decorata con le immagini della fiaba, è pronta ad accogliere il piccolo paziente nel giorno in cui dovrà sottoporsi all’intervento insieme alla equipe della Anestesia e Rianimazione ed ai nuovi amici Tom e Amanda.
Nel giorno delle dimissioni il piccolo riceverà in regalo dal personale medico i pupazzi che lo hanno accompagnato durante l’esperienza, insieme ad un passaporto che attesta l’avvenuto viaggio sul fantastico Pianeta S.O.
Come spiega il Presidente della Associazione Casina dei Bimbi, Claudia Nasi: “il progetto consente ai bambini e ai loro genitori di potersi adattare all’ambiente ospedaliero, spesso avvertito come fortemente estraneo, e porge loro un contenitore emotivo in un momento in cui ansia, paura e preoccupazione possono essere difficili da gestire. Avere la possibilità di conoscere ciò che si incontrerà nell’intervento chirurgico ed al risveglio, permette loro di affrontare questi momenti con maggiore serenità”.
La proiezione di un  filmato appositamente realizzato ha completato oggi la presentazione del progetto Alla Scoperta del Pianeta S.O., alla quale sono intervenuti il Direttore generale dell’ASMN Ivan Trenti, la Presidente della Provincia Sonia Masini, la Vice Presidente della Fondazione Manodori Cristiana Carbognani.
Il progetto ha preso il via all’Arcispedale nello scorso mese di Maggio, dopo la fase di formazione dei volontari da parte di una psicologa e di educatori della Cooperativa Le Mani Parlanti, già attivi all’Ospedale di Parma. A Reggio Emilia sono state coinvolte inizialmente le equipes dei reparti di Rianimazione, Otorinolaringoiatria e delle Sale Operatorie ubicate nell’Ala Nord.
Soddisfacente l’esperienza di preparazione dei primi dieci bambini di età compresa tra i cinque e i dieci anni, nel giorno della visita pre-chirurgica. Il coinvolgimento verrà esteso, entro l’anno, ai reparti di Ortopedia, Pediatria, Oculistica, al DH dell’Urologia ed alla Chirurgia con il blocco operatorio del quinto piano, corpo centrale dell’Ospedale.
Il libro contenente la fiaba è stato recentemente tradotto in otto lingue (francese,inglese, punjabi, urdu, albanese,russo,arabo,cingalese) e vi è l’intenzione di realizzare il progetto anche negli Ospedali di Castelnuovo Monti e Sassuolo.
“Alla scoperta del Pianeta S.O.”, patrocinato dalla Provincia di Reggio Emilia e dall’Arcispedale Santa Maria Nuova, è stato realizzato grazie al contributo della Fondazione Manodori, sostenitrice anche del progetto “L’amico FEDELE: volontari in emergenza”, del Comune di Reggio Emilia attraverso l’iniziativa I Reggiani per Esempio, dalla Associazione Dar Voce, da Conad e dalla Associazione Le mani Parlanti di Parma.
Un ringraziamento particolare alla Agenzia MASTER Comunication, a TR Video ed a Immaginarium. 

 
L’Ufficio Stampa ASMN
 
Nella foto, da sinistra: Ivan trenti, Natalia Maramotti, Cristina Carbognani, Claudia Nasi

Foto del pubblico