Domenica 16 Febbraio le cardiologie degli ospedali di Reggio Emilia e provincia aprono le porte alla cittadinanza

“Al cuor non si comanda, ma possiamo averne cura” è il titolo della Va Campagna Nazionale promossa dalla Fondazione per il Tuo Cuore – Associazione Medici Cardiologi Italiani

Reggio Emilia, 14 Febbraio 2014



Al cuor non si comanda, ma possiamo averne cura
è il titolo della V° Campagna Nazionale per prevenire e contrastare le malattie cardiovascolari e sostenere la ricerca clinica in Cardiologia promossa dalla Fondazione Per il Tuo Cuore - ANMCO (Associazione Medici Cardiologi Ospedalieri) con l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica.
 
Domenica 16 Febbraio 2014 gli ambulatori dei Reparti di Cardiologia dell’Arcispedale Santa Maria Nuova, dell’Ospedale Franchini di Montecchio, dell’Ospedale Civile di Guastalla e dell’Ospedale Sant’Anna di Castelnovo Monti saranno aperti al pubblico. Durante tutta la giornata, medici e infermieri saranno a disposizione dei cittadini per controllare i più importanti fattori di rischio cardiovascolare (misurazione della pressione arteriosa, della glicemia e del colesterolo) e per valutare il profilo di rischio di problemi cardiovascolari, come ipertensione, infarto o ictus.

A Reggio Emilia l’apertura del Reparto di Cardiologia dell’Arcispedale Santa Maria Nuova - IRCCS, al piano 0, osserverà gli orari 9.00-17.00. Oltre ai controlli ed alla attività di informazione verranno proposti due incontri con la cittadinanza, rispettivamente:

  • Ore 10:30 : “Screening cardiovascolare e prevenzione della morte improvvisa nei soggetti che praticano attività sportiva”
  • Ore 15:30: “La prevenzione prima e dopo l’infarto miocardico”

A Montecchio l’iniziativa si terrà nei locali del Servizio di Cardiologia, al primo piano dell’Ospedale “E. Franchini” di Montecchio, e nei locali adiacenti del Servizio di Diabetologia.
I cittadini potranno avere colloqui individuali con cardiologi e infermieri nel corso del quali riceveranno utili informazioni sulla prevenzione delle malattie e consigli su sana alimentazione e corretti stili di vita per la riduzione del rischio cardiovascolare.

Nella Cardiologia dell’Ospedale di Guastalla verranno organizzate visite guidate al reparto e 4 presentazioni, di un’ora circa (alle ore 9.00 - 11.00 - 15.00 - 17.00), sui seguenti temi:

  • Principali fattori di rischio cardiovascolari: come individuarli e trattarli;
  • Dolore toracico e ritardo evitabile;
  • L’organizzazione della rete cardiologica nella Provincia di Reggio Emilia
  • La terapia anticoagulante orale, vecchi e nuovi farmaci: cosa cambia per il paziente (focus in collaborazione con un medico di medicina generale).  

All’Ospedale Sant’Anna di Castelnovo Monti, il Centro di Riabilitazione Cardiologica che fa capo all’Azienda Ospedaliera Santa Maria Nuova di Reggio Emilia, in collaborazione con l’Associazione di Volontariato per la lotta alle malattie cardiovascolari “Il Cuore della Montagna” programma l’iniziativa “La Domenica con ….il Villaggio”, dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 17.00 presso gli ambulatori di Cardiologia e la Sala Riunioni dell’Ospedale. Anche qui saranno illustrati i principali fattori di rischio cardiovascolari e verrà effettuata la misurazione gratuita di  colesterolemia totale, pressione arteriosa, frequenza cardiaca.

Le Malattie Cardiovascolari
Le malattie cardiovascolari rappresentano, ancora oggi, il più importante problema di salute nel mondo occidentale, prima causa di morte. Basti pensare che, solo in Italia, 240.000 persone muoiono ogni anno a causa di tali patologie. Le malattie cardiovascolari sono per la gran parte prevenibili attraverso l’adozione di stili di vita sani. Da qui nasce l’importanza di sensibilizzare la popolazione ad un’attenta prevenzione primaria (in chi cioè non ha mai avuto problemi di cuore), promuovendo l’attenzione verso i fattori di rischio (ipertensione arteriosa, obesità, fumo, diabete, ipercolesterolemia, familiarità) e secondaria (in chi cioè ha già avuto l’infarto) promuovendo l’attività fisica, dieta equilibrata, abolizione delle abitudini insane.
Negli anni, parallelamente al crescere delle possibilità di trattamento medico e chirurgico delle malattie, è cresciuta la consapevolezza dell’importanza di interventi di tipo preventivo, per impedirne o ritardarne l’insorgenza.
Altrettanto importante è lo screening in chi pratica attività sportiva ad ogni livello (agonistico e non agonistico) e ad ogni età: fare attività fisica e sportiva è importantissimo e contribuisce al mantenimento dello stato di salute ma va fatto in modo consapevole e controllato.

Testimonial d’eccezione della edizione 2014 della Campagna è il Commissario Tecnico della Nazionale Cesare Prandelli e con lui tutto il mondo del calcio, impegnato a richiamare l’attenzione sul messaggio nella giornata di campionato di Domenica 16 Febbraio. Oltre alla prevenzione della cardiopatia ischemica e dell’infarto, particolare attenzione viene data quest’anno alla prevenzione della morte improvvisa nella popolazione, in particolare tra chi pratica sport.
 
Sito della campagna: http://www.periltuocuore.it/campagna.html 

Gli Uffici Stampa 
 
Allegato: Locandina