La forza del volontariato a supporto della ricerca scientifica AIBAT e FAVO a fianco dei professionisti

Se ne parla a Reggio Emilia, Giovedì 3 Aprile alle ore 15.00 a Palazzo Rocca Saporiti

Reggio Emilia, 2 Aprile 2014

Giovedì 3 aprile alle ore 15.00 nella Sala Cubica di Palazzo Rocca Saporiti, in Viale Murri 7 a Reggio Emilia, si terrà il nono incontro del ciclo di Seminari “DialogaRE con la Scienza. Le Associazioni non profit incontrano i Ricercatori”, dal titolo La forza del volontariato a supporto della ricerca scientifica.

Il pomeriggio vedrà la partecipazione dell’AIBAT, Associazione Italiana Basedowiani e Tiroidei, rappresentata dalla Presidente nazionale Emma Maria Bernini e della F.A.V.O., Federazione Italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia di Roma, con  la presenza di Pierpaolo Betteto.
Emma Maria Bernini, con il supporto di Italo Portioli già direttore del Reparto di Medicina I del Santa Maria Nuova, racconteranno la storia di AIBAT, nata diversi anni fa da due pazienti residenti a Parma giunte a curarsi all’Ospedale di Reggio Emilia, divenuto in seguito il riferimento primario per la associazione.
Pierpaolo Betteto parlerà dell’esperienza e delle modalità di supporto maturate dal Volontariato in ambito oncologico.
I contributi scientifici saranno a cura di due professionisti dell’ASMN-IRCCS di Reggio Emilia.
Nella prima parte del seminario interverrà Andrea Frasoldati, medico della Struttura Complessa di Endocrinologia e Malattie Metaboliche, che tratterà dell’interazione tra un’associazione di pazienti e una struttura di ricerca contestualizzata Il riferimento sarà ad AIBAT ed alla attività della Thyroid Unit dell’Arcispedale nell’ambito della ricerca, dello sviluppo di sempre più evolute tecniche di fundraising e del modello EUPATI (progetto di  Innovative Medicines Initiative sviluppato tra Unione Europea e Federazione Europea delle Industrie e Associazioni Farmaceutiche).
A seguire interverrà Lorenzo Camellini, Dirigente medico della Gastroenterologia-Endoscopia Digestiva, la cui relazione riguarderà le neoplasie pancreatiche: “possono essere maligne e benigne, spiega il dr. Camellini, ma in entrambi i casi richiedono un approccio multidisciplinare con l’impiego appropriato di diverse metodiche diagnostiche e terapeutiche”.
Ideato e organizzato da Lucia Genovese, Responsabile dei Rapporti con le Associazioni di Volontariato per la Ricerca presso il Dipartimento Infrastruttura Ricerca e Statistica dell’ASMN–IRCCS, diretto da Adriana Albini, il ciclo di seminari si propone di approfondire il rapporto tra il mondo del volontariato e quello dell’assistenza e della ricerca, con particolare attenzione all’ambito oncologico.

L’incontro sarà moderato dai Direttori delle S.C. di Gastroenterologia-Endoscopia Digestiva e di Endocrinologia e Malattie Metaboliche dell’ASMN-IRCCS di Reggio Emilia, rispettivamente Romano Sassatelli e Roberto Valcavi.

Tutti i seminari sono gratuiti e aperti alla cittadinanza.

E’ possibile iscriversi compilando la scheda on line sul sito dell’Azienda Ospedaliera www.asmn.re.it.
Per informazioni:  lucia.genovese@asmn.re.it   tel. 0522-296976.
 
L’Ufficio Stampa


Allegato: Locandina